Ajami (2009)

27/02/2011 by Luca
2000 - 2009, Crimine, Drammatico, Film Asiatici, Film Europei, Germania, Gli esordi alla regia, Israele, Scandar Copti, Yaron Shani divider image
Ajami (2009)

Il meno conosciuto tra i film nominati all’Oscar 2010 come miglior film straniero ricorda per molti versi la struttura dei film di Iñárritu: diviso in capitoli, tratta l’intreccio di 5 storie di persone di diversi fedi  differenti che hanno come punto in comune il quartiere povero di Tel Aviv-Jaffa chiamato Ajami.

Tutto inizia con un omicidio. Lo zio di Narsi, bodyguard in un locale, ferisce gravemente un membro di una gang, la quale di conseguenza si vuole ritorcere contro la sua famiglia. Le intenzioni di vendetta però falliscono perché la banda uccide per sbaglio un vicino di casa scambiandolo per Narsi. Venuti ad un accordo con una specie di giudice di pace, la famiglia di Nasri viene condannata a pagare un’ingente somma alla gang per porre fine alla sete di vendetta. Il fratello maggiore di Nasri, Omar, è quindi costretto a trovare in fretta dei soldi per pagare il debito, pena la ripresa delle ostilità.

Anche Malek ha bisogno di soldi; è un palestinese di sedici anni, lavoratore clandestino in un ristorante di Jaffa, la cui madre malata di leucemia ha bisogno di un trapianto di midollo osseo, ma l’operazione costa.L’occasione per entrambi arriva quando si ritrovano tra le mani un panetto di droga da rivendere trovato a casa di Binj, il cuoco del ristorante.

Infine Dando. È un poliziotto il cui fratello minore, sparito da mesi, viene trovato cadavere. Ossessionato dalla sua morte, e dalle colpe che si prende per non aver potuto evitarla, Dando non avrà pace finché non avrà vendicato la sua morte.

Scritto e girato dal duo arabo isreaeliano Scandar Copti (che vive ad Ajami ed interpreta Binj) e Yaron Shani, il film presenta uno spaccato di vita già visto in lavori di altre parti del mondo: gente che vive ai margini della società, alle prese con i problemi che ne derivano. Il quartiere di Ajami può essere sostituito con una favela di Rio o con uno slum di New Delhi, e le differenze sarebbero minime. Qui però si aggiungono il fattore Medio Oriente e le differenze religiose che complicano di parecchio le cose.

Con il loro primo lungometraggio, la coppa di registi ottengono la nomination agli Oscar; è sicuramente un ottimo biglietto da visita, a maggior ragione se si considera che Ajami è il primo film in lingua araba a ricevere una candidature così importante.. L’attenzione rimane viva per tutta la sua durata, grazie ad un ritmo costante che impegna lo spettatore a seguire l’intreccio delle storie, nonostante il film sia in lingua originale  e i sottotitoli in inglese.

  • Premi Ophir (film festival israeliano) 2009: miglior film, miglior regista, migliore sceneggiatura, miglior montaggio, migliore musica
  • Cannes 2009: Camera d’or
  • Gerusalemme Film Festival 2009: miglior lungometraggio

Voto:

IMDbMymovies ♦ OpenSubtitles


One Response to Ajami (2009)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.