Alejandro González Iñárritu – Amores perros (2000)

06/02/2011 by Maurizio
2000 - 2009, Alejandro González Iñárritu, Azione, Bafta, Drammatico, Film Americani, Gael García Bernal, Gli esordi alla regia, Independent Spirit Awards, Messico, Thriller divider image
Amores perros (2002)

Oggi parliamo di un grande regista, molti di voi lo conoscono sicuramente, ma forse non tutti hanno visto il suo primo capolavoro Amores perros.

Alejandro González Iñárritu sbalordisce tutti con la sua opera prima, un intreccio di storie unite da un incidente stradale come punto in comune. Quando il destino fa sì che, per un motivo o per un altro, i personaggi si incontrino per caso, la vita di essi cambierà drasticamente. Questo intreccio  si trova in Amores Perros, una combinazione perfetta che ricorda Pulp Fiction di Quentin Tarantino.

Nella grossa metropoli di Città del Messico, Octavio (Gael García Bernal) ha un debole per sua cognata Susana (Vanessa Bauche), la quale ha un bimbo piccolo figlio del fratello Ramiro, un delinquente che lavora in un supermercato ma che ogni tanto compie rapine. Ramiro ha un cane di nome Cofi, che fa scontri feroci nella gare clandestine. Per questo motivo Octavio e Susanna progettano di fuggire e utilizzano l’animale per guadagnare soldi a sufficienza per poter vivere dignitosamente. Ma nell’ultimo combattimento Cofi rimane ferito da un colpo di pistola dal padrone del cane avversario, e Octavio per vendicarsi accoltella l’uomo chiamato “Il biondo”.

La seconda storia è quella di Valeria, una bellissima modella che vive con Daniel, il quale lascia la moglie per lei. Ma un giorno Valeria subisce un incidente da un auto in fuga. Arriva El Chivo, (e da qui parte la terza storia), che trova per caso un cane morente e prenderà cura di lui. L’uomo, un barbone ed ex combattente comunista, nel frattempo dovrà compiere omicidi in quanto è un abile sicario a pagamento.

Il terzo racconto quindi parla di un barbone (killer professionista ed ex zapatista) che  sequestra due ricchi imprenditori e medita di far ritorno a casa dalla figlia, lasciando che questi due si ammazzino da soli.

Primo capitolo della trilogia della morte, (gli altri due sono Babel e 21 Grammi), Amores Perros (‘Amori bastardi’) è senza dubbio un’opera complessa, ma la grande regia di Iñárritu è una garanzia. Girato quasi interamente con camera a spalla, il cinema che Inarritu ha in mente è fatto di altri movimenti. Città del Messico fa da sfondo e la sua immagine è trascurata con luoghi che a nessuno capita di vedere normalmente. La durata del film poteva essere un azzardo, ma considerato che non si riescono a staccare gli occhi dallo schermo, la scommessa è vinta a mani basse. La pellicola si può riassumere nelle parole del gestore di scommesse clandestine, ‘Il mondo è fatto a scale, c’è chi scende e chi se la prende nel culo'; la vita in Messico ha una sola direzione. La stupenda sceneggiatura è di Guillermo Arriaga.

Il dvd italiano è attualmente fuori catalogo.

  • BAFTA 2002: miglior film non in lingua inglese
  • Festival di Cannes 2000: Premio della Settimana della critica
  • British Independent Film Awards 2001: miglior film straniero

Voto: 

[youtube]RsWCsbowlo8[/youtube]

IMDbMymovies ♦ Acquista ♦ ItalianShare ♦ Allsubs



5 Responses to Alejandro González Iñárritu – Amores perros (2000)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.