Another Earth (2011)

17/05/2012 by Maurizio
2011, Cinema indipendente, Drammatico, Film Americani, Gli esordi alla regia, In uscita in Italia, Recensioni, Sci-Fi, Stati Uniti divider image
Another Earth (2011)

Lungamente applaudito al Sundance Film Festival 2011, il regista Mike Cahill fa centro al suo esordio come regista con  Another Earth, di cui ha firmato anche la sceneggiatura, il montaggio e la fotografia. Una delle migliori produzioni indipendenti del 2011, dove il fascino ed il mistero dell’astro guida la storia dall’inizio alla fine. Un nuovo pianeta infatti è stato scoperto, una copia identica al nostro mondo che lentamente si affaccia dallo spazio raggiungendo la visibilità della popolazione incredula. Tra tutti  vi è  Rhoda Williams, un’ottima  studentessa patita per l’astrofisica che è stata ammessa al Massachusetts Institute of Technology. La sua passione è talmente intensa da rubarle l’attenzione di cosa le capita attorno, specialmente quando una sera la radio dichiara che la TERRA 2 si vede ad occhio nudo, lanciando quella curiosità incredula da parte delle persone. Rhoda non è da meno, mentre guida si affaccia dal finestrino della sua auto e distrattamente colpisce una macchina  ferma, uccidento  il figlio e la moglie incinta di John Burroughs, un  noto musicista. La ragazza, dalla possibile carriera accademica viene arrestata  senza dare più un senso alla sua esistenza. Quando esce dal carcere, vuole ritrovare la motivazione avvicinandosi a John grazie ad  un piccolo lavoro  avuto dai servizi sociali. All’epoca dell’incidente Rhoda era minorenne, il suo nome quindi fu nascosto in fase processuale, senza permettere al povero musicista di sapere chi fosse l’assassino ubriaco che ha ucciso la sua famiglia. Ora Rhoda fa le pulizie in casa sua, ma raccontare la verità è compito arduo per la ragazza; quello che conta è poter regalare briciole di felicità a chi è rimasto solo, accompagnato solamente dalle note della sua musica. E intanto l’oscuro pianeta si avvicina sempre di più.

E doveroso paragonare Another Earth a Melancholia di Lars Von Trier, ma mentre il primo si sofferma sulla storia dei protagonisti senza essere influenzati dall’arrivo di un pianeta  già conosciuto, il secondo interviene sull’aspetto psicologico di chi, a suo modo, teme l’avvicinemento  di un “mostro” che si ingrandisce a dismisura, fino al possibile contatto con la vita terrena.

Another Earth, pur essendo un film a carattere pessimistico, esclude quindi la paura psicologica nella persona di  Rhoda, la quale perde l’interesse iniziale per la sua passione cercando di ritrovare la serenità interiore nella maliconlia di John, che lentamente si trasforma in felicità.

Premiato del Pubblico nella categoria Narrative Feature al Film Festival 2011, il primo lungometraggio di Mike Cahill trova spazio anche nelle nostre sale il 18 maggio 2012, meglio tardi che mai. Per chi volesse sono disponibili i sottotitoli in italiano. Buona visione!

Voto:

IMDbMymoviesOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.