Aspirante vedovo (2013)

14/11/2014 by Renato Volpone
2013, Commedia, Film Europei, Italia, Recensioni divider image
Aspirante vedovo (2013)

Venier percorre strade del cinema già conosciute costruendo una commedia amara dove i risvolti sociali sono molteplici: con il sorriso sulle labbra e la leggerezza dei protagonisti pone il dito nella piaga sanguinante di una classe imprenditoriale fallimentare e incapace che è riuscita a sperperare interi patrimoni per avventatezza. Il regista non manca di sottolineare come la crisi, che per molti è una spina, per altri è una fonte di arricchimento, e non dimentica di parlare delle speculazioni di borsa. Non ne escono indenni nemmeno alti prelati e giovani veline in ruoli spesso rivestiti nel cinema, ma comunemente riconosciuti un po’ sopra le righe. Il cinema italiano torna quindi a puntare il dito con la satira e la commedia contro la corruzione e il potere, senza far ridere è vero, ma con il costante arricciarsi del sorriso per la simpatia degli attori e anche perché si sa come va a finire.

Il film nel complesso risulta gradevole, con un ritmo costante che non concede un momento di noia, forse un po’  lontano da quello che il pubblico si aspettava da De Luigi e dalla Littizzetto, che sono comunque perfetti nei loro ruoli, ma che, anche se pecca di essere scontato per lo scheletro della trama, rende invece perfettamente la cronaca di una economia fatta di fiorenti industrie e società benemerite crollate nel passaggio di un testimone non facile da reggere.

Voto: 4 stelle

IMDb ♦ Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.