Torino 27 GLBT – Beauty/Skoonheid (2011)

23/04/2012 by Maurizio
2011, Drammatico, Festival di Cannes, Film Africani, Film Europei, Francia, Germania, Recensioni, Speciale festival di..., Sud Africa, Torino GLBT Film Festival divider image
Skoonheid/Beauty (2011)

Presentato al 27° GLBT Film Festival di Torino dopo essere stato candidato come miglior film Sudafricano alla selezione degli Oscar 2012, Skoonheid – Beauty, ha certamente fatto parlare per la sua storia altamente drammatica, psicologicamente violenta, inquietante, nonostante abbia una sceneggiatura debole e talvolta poco incisiva.

Protagonista totale è la figura di François (un ottimo Deon Lotz), un cinquantenne ricco che dalla vita ha avuto tutto, soldi, un lavoro redditizio ed una buona famiglia; eppure l’imprenditore è insoddisfatto della solita routine quotidiana, per questo motivo risolve il suo problema incontrandosi con i suoi amici, una volta a settimana per fare sesso tra loro, segretamente e lontano da tutti. Un giorno capita che al matrimonio della figlia François incontri Christian, un ragazzo affascinante figlio di vecchi amici e che ne venga attratto follemente; si potrebbe chiamare un colpo di fulmine, se non che il ricco uomo diventi ogni giorno sempre più ossessionato nei suoi confronti, avvicinandosi furtivamente nella vita di Christian che, approfittando della grande amicizia tra François e suo padre, vorrebbe chiedere un prestito all’uomo che un tempo chiamava zio e che ora, dopo molti anni, diventa di colpo la persona che gli cambierà per sempre la sua esistenza, in modo tragico.

Scritto e diretto da Oliver Hermanus, Beauty dimostra come i sentimenti umani siano pazzescamente fragili, nonostante un uomo abbia una vita tranquilla e dignitosa. Quella dignità che di colpo François perde, complice anche l’alcool ed una moglie annoiata che non si accorge della vita disordinata del marito. Ma chi può immaginare che un ricco imprenditore possa avere una doppia personalità così diversa e nello stesso tempo così pericolosa; lo sa bene il povero Christian, vittima della perversione omosessuale di François, il quale a tuti i costi  trova il modo per incontrare quel ragazzo bellissimo, che gli ha intrappolato i suoi sentimenti che gli offuscano la ragione, il suo senso della vita.

Provocando diverse opinioni tra il pubblico, ritengo l’opera di Hermanus un buon prodotto, purtroppo limitato dalle forti immagini che non tutti riescono a buttar giù, tra tutte la scena dello stupro del protagonista, interpretato nel migliore dei modi da Lotz.

Distribuito in Italia solamente in Dvd, per ora nessuna traccia di visibilità per Beauty, a parte il GLBT Festival di Torino che ringraziamo per l’occasione per averci permesso di ricevere gli accrediti stampa. Per chi volesse visionarlo, sono disponibili i sottotitoli in italiano.

  • Cannes 2011: Palma Queer

IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.