Before Midnight (2013)

15/02/2014 by Renato Volpone
2013, Drammatico, Film Americani, In uscita in Italia, Recensioni, Romantico, Stati Uniti divider image
Before Midnight (2013)

Una coppia e le scelte di una vita, una vacanza in Grecia e fare i conti con il futuro.

Il film è tutto incentrato sul confronto verbale tra i due protagonisti che devono rivedere le proprie posizioni per riuscire a tenere insieme la coppia. E’ un po’ il racconto di tutte le famiglie con figli, del tempo dedicato ai ragazzi abbandonando se stessi in una deriva che  porta dalla famiglia al lavoro perdendo completamente il timone del “sé”. I ragazzi crescono e, le scelte diventano più difficili, soprattutto di fronte a fattori esterni che possono diventare dei vincoli. Di fronte agli altri la coppia è felice, invidiabile, meravigliosa, ma dentro cova l’astio per il “non ho potuto fare”, e qui lo scontro tra Celine e Jesse, belli, affermati nel lavoro e con due meravigliose piccole gemelle e un figlio adolescente lui, che però  vive con una madre forse troppo possessiva. Il fallimento di una coppia e il tempo di una sera per ricominciare, per riallacciare, anzi per allacciare nuove redini e trattenersi l’un l’altra. Ma rimettersi in gioco non è facile, non è il “fare la pace” come i bambini, e il film in questo pecca di ingenuità, certo è solo lo spunto per una riflessione, il domani della coppia è nella nostra fantasia e nei nostri desideri, ma quello che conta è dirsi la verità, la trasparenza. Nel film l’uomo ne esce giocherellone, cascamorto nonostante tutto, incapace di crescere, la donna, invece, molto più sicura di sé, splendida nel suo essere adulta e cosciente delle conseguenze delle sue scelte. Questo duello però ha dei testimoni: i figli, che non sono presenti nell’anonima stanza d’albergo. Anonima come diventa la coppia dopo tanti anni, ciascuno rinchiuso nel suo sé, ma entrambi prigionieri della routine. I figli, comunque presenti, testimoni impotenti e fautori di un destino “nonostante tutto”. Le dinamiche sono davvero molto interessanti e chi ha vissuto la vita di coppia e la separazione si può riconoscere in molte delle situazioni rappresentate. Richard Linklater è molto bravo a ricostruire le dinamiche di una separazione e a raccontarle. Il film è un dialogo tra due persone sconfitte nella relazione e nella convivenza, non è così semplice da seguire, o superficiale, e necessita della dovuta attenzione. Non annoia, non è pesante, ma impegnativo. Le scene indugiano sui protagonisti permettendosi brevi stacchi sul paesaggio, ma è solo una breve distrazione.

La completezza poi del racconto trova la sua epifania nel pranzo dove sono presenti le coppie: la giovane, la vecchia, i nostri protagonisti, e gli altri che ci sono già passati. Perché questo è il cammino di tutti.

Voto:3 stelle

x2wm-alUwng?version=3&showinfo=0&theme=dark&fs=1&rel=0&cc_load_policy=1&iv_load_policy=0&modestbranding=0"> x2wm-alUwng?version=3&showinfo=0&theme=dark&fs=1&rel=0&cc_load_policy=1&iv_load_policy=0&modestbranding=0" type="application/x-shockwave-flash" allowScriptAccess="always" allowfullscreen="true" width="608" height="380">

IMDbMymoviesOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.