Cannes 66 – Bends (2013)

18/05/2013 by Luca
2013, Cannes Film Festival, Drammatico, Film Asiatici, Film Europei, Francia, Hong Kong, Recensioni, Speciale festival di... divider image
Bends (2013)

Ambientato al confine tra Shenzhen e Hong Kong, Bends racconta la storia di Anna (Carina Lau Ka-ling), la donna di un ricco uomo d’affari di Hong Kong e del suo autista Fai (Chen Kun), proveniente dalla Cina. A Shenzhen Fai lascia ogni giorno la compagna incinta del secondo figlio, mentre ad Hong Kong Anna è stata lasciata dal marito, che è sparito misteriosamente. Non potendo per legge avere più di un figlio in Cina, Fai cerca estenuamente un modo per far inserire la sua compagna in un ospedale di Hong Kong, ma si trova tutte le porte (legali o meno) sbarrate per le troppe richieste o il poco denaro a disposizione; dall’altra parte Anna scopre che il marito è sparito dopo aver fatto fallire l’azienda, e nella disperazione si ritrova a dover mantenere il proprio tenore di vita per salvare le apparenze con le amiche. Vivendo su due mondi diversi, i due intrecceranno le proprie vite nell’unico spazio comune, l’auto.

Per il suo primo lungometraggio Flora Lau prende ispirazione dal fiume che separa  Hong Kong e Shenzhen per raccontarne la dualità, disegnando un ritratto della città che è la rovina per alcuni e speranza per gli altri, una storia vera con personaggi che danno l’opportunità di esplorare i diversi strati della società. Il ritmo della pellicola si fa a tratti lento ed introspettivo, ed il non detto prende il sopravvento; sintetizzando, noioso. Per quanto si possano trovare alcuni punti di vista interessanti, non c’è niente di originale nella storia, né nelle speranze dell’uomo povero di un futuro migliore, né nei tentativi della donna ricca di

Bends viene presentato in anteprima mondiale a Cannes 2013 nella selezione Un certain regard: la pellicola è stata pompata in patria con finanziamenti dal governo e dal Film Development Fund e ci sono grosse speranze che possa trovare con il festival un’ampia distribuzione non solo in Asia e che possa far conoscere i giovani talenti di Hong Kong nel mondo; speranze che probabilmente rimarranno tali, vista la generale mancanza di sostanza che il film contiene.

Voto: 2-stelle

IMDb Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.