Bereavement (2010)

11/08/2012 by Maurizio
2010, Film Americani, Horror, Recensioni, Stati Uniti divider image
Bereavement (2010)

Minersville, Pennsylvania 1989. Nella tranquilla cittadina viene rapito Martin Bristol, un bambino di 6 anni che viene avvicinato da uno sconosciuto mentre stava seduto nella sua altalena nel giardino dietro casa. L’uomo è uno psicopatico ex galeotto, Graham Sutter, il quale lo costringe ad essere suo aiutante nella fattoria di maiali abbandonata, dove si trovano i suoi ostaggi rapiti, torturati e ammazzati. Le tracce di Martin spariscono per 5 anni, fino al periodo in cui una bellissima ragazza, Allison Miller, va a vivere nella residenza dei suoi zii, vicino alla pericolosa abitazione di Graham Sutter; la ragazza, facendo come ogni giorno una corsetta quotidiana, scopre per caso che all’interno della fattoria si nasconde un bimbo che sporadicamente si affaccia alla finestra. La curiosità è femmina, Allison non riesce a sorvolare su quella strana presenza e decide di entrare in quella misteriosa abitazione. Scoprirà di essere caduta vittima di uno squilibrato killer.

Stevan Mena gira Bereavement, prequel di Malevolence, uscito nel 2004 dove  la storia è pressochè simile ai protagonisti di questo horror  costruito senza un’adeguata sceneggiatura. Se si paragona Bereavement ad altri film analoghi, si capisce sin da subito che non c’è nulla di originale nella storia, in cui una trama abbastanza classica non riesce a spaventare nel modo giusto lo spettatore, causa  la prevedibilità di molte scene che dovevano essere fondamentali. Mena si migliora rispetto il suo primo film in termini di regia, ma deve cercare di essere più originale quando si vuole raccontare l’ennesima storia di uno psicopatico in balìa dei suoi pensieri contorti. E’  doveroso citare l’ottima recitazione di Brett Rickaby, qui nei panni  del pazzo  Graham Sutter, sopratutto nella fase finale dove viene fuori tutta la sua pazzia verso un inquietante Spencer List, nel film  Martin Bristol, il bambino dagli occhi infelici  che non sente la paura di morire.

In Italia è stato presentato in occasione del Torino Film Festival nel novembre 2011; attualmente non è uscito nei cinema ma sono disponibili i sottotitoli in italiano.

Voto:

IMDb MymoviesOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.