Box office – Incassi weekend del 03-10-2011

03/10/2011 by Luca
Box Office Italiano divider image

Ecco il consueto resoconto degli incassi del weekend con relativo commento e consueto ritardo. Tutti i dati sono stati presi dal sito MyMovies.

  • I PUFFI

    Regia di: Raja Gosnell. Animazione – USA, Belgio, 2011

    • Incasso weekend 1.296.677
    • Incasso totale 8.230.705
  • BACIATO DALLA FORTUNA

    Regia di: Paolo Costella. Commedia – Italia, 2011

    • Incasso weekend 856.093
    • Incasso totale 856.093
  • L’ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE

    Regia di: Rupert Wyatt. Avventura – USA, 2011

    • Incasso weekend 620.225
    • Incasso totale € 2.353.857
  • DRIVE

    Regia di: Nicolas Winding Refn. Azione – USA, 2011

    • Incasso weekend 525.166
    • Incasso totale € 525.166
  • BLOOD STORY

    Regia di: Matt Reeves. Horror – USA, Gran Bretagna, 2010

    • Incasso weekend € 513.586
    • Incasso totale € 513.586
  • A DANGEROUS METHOD

    Regia di: David Cronenberg. Drammatico – Gran Bretagna, Germania, Canada, 2011

    • Incasso weekend 438.556
    • Incasso totale € 438.556
  • LA PELLE CHE ABITO

    Regia di: Pedro Almodóvar. Drammatico – Spagna, 2011

    • Incasso weekend € 337.128
    • Incasso totale 1.222.284
  • CARNAGE

    Regia di: Roman Polanski. Drammatico – Francia, Germania, Polonia, Spagna, 2011

    • Incasso weekend 307.750
    • Incasso totale 2.621.203
  • MA COME FA A FAR TUTTO?

    Regia di: Douglas McGrath. Commedia – USA, 2011

    • Incasso weekend € 258.473
    • Incasso totale 932.275
  • BOX OFFICE 3D – IL FILM DEI FILM

    Regia di: Ezio Greggio. Comico – Italia, 2011

    • Incasso weekend 161.539
    • Incasso totale 2.662.702

Anche se il periodo porta un vasto ricambio nella top 10 (4 su 10), continua il primato dei Puffi per il terzo weekend consecutivo, anche se con un calo drastico rispetto alle precedenti volte.

Al secondo posto entra la commedia italiana corale Baciato dalla fortuna, una sorta di rivisitazione di Ho vinto alla lotteria di capodanno. Il regista è quello dei cinepanettoni di Boldi post De Sica  (A Natale mi sposo, La fidanzata di papà), gli attori son quel che sono; questo e Box office 3D sono gli unici film italiani in top 10. Un consiglio: non è che si debba sempre essere patriottici e sostenere per forza questo cinema italiano.

La medaglia di bronzo se la prende L’alba del pianeta delle scimmie: pur se rimanendo su temi già trattati (la natura che si ribella agli esperimenti umani), si tratta di una piacevole sorpresa perché molti si aspettavano solo un film di effetti speciali e invece il contenuto c’è e si apprezza. Non che sia di alto livello culturale, ma è comunque godibile.

Quarto posto per Drive, il primo film americano per Refn. In vista dell’uscita del film, ci siamo occupati di lui con Pusher e Bronson e il verdetto è che il ragazzo ha talento, anche se siamo i milionesimi a dirlo. Per la cronaca, il film parla di un autista al soldo di criminali che lo usano per fuggire durante le rapine; lui vorrebbe farsi una vita onesta, ma ovviamente i problemi non mancano. Conoscendo il regista è da guardare a scatola chiusa.

Quinto posto per un’altra new entry, Blood story, che per chi non lo sapesse è il remake di Lasciami entrare, l’horror svedese che nel 2008 s’è preso il plauso unanime della critica. In genere non vedo di buon occhio questa mania americana di fare remake di film recentissimi solo perché non sono in lingua inglese (vedi Pour elle e The next three days), ma Blood Story ha ricevuto molte critiche positive e, anche se non all’altezza dell’originale, sembra sia un buon film.

Segue il nuovo film di Cronenberg, A dangerous method che vede la storia della psicanalisi con protagonisti Freud, Jung e una serie vicissitudini sentimentali con Sabina; il regista e il cast, Viggo Mortensen, Michael Fassbender (vedi Hunger e Fish tank) e Keira Knightley fanno propendere per un’altra scelta a scatola chiusa. E la media in sala premia è da top film, 3.600 €.

Settimo posto per il chirurgo pazzo di Almodovar: dopo un buon esordio, La pelle che abito sta già calando parecchio (appena 1.000 € di media in sala); temi e toni troppo fuori dall’ordinario per il grande pubblico?

Scende anche Carnage, che però mantiene una media migliore (1.450 €): presto anche lui saluterà la top 10, ma ha comunque fatto un buon incasso visto il tipo di film piuttosto impegnativo (ricordiamo che è ambientato in un appartamento e il cast è composto solo da 4 persone).

Ultimi due posti per Ma come fa a far tutto? e Box office 3D.




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.