Box office Italiano – Incassi weekend del 18-03-2012

21/03/2012 by Isabella
Box Office Italiano, News, Recensioni divider image
  • QUASI AMICI

    Un film di Olivier Nakache, Eric Toledano. Commedia – Francia, 2011

    • Incasso weekend € 1.447.969
    • Incasso totale € 7.854.632
  • MAGNIFICA PRESENZA

    Regia di: Ferzan Ozpetek. Commedia drammatica – Italia, 2012

    • Incasso weekend € 1.193.816
    • Incasso totale € 1.193.816
  • POSTI IN PIEDI IN PARADISO

    Regia di: Carlo Verdone. Commedia – Italia, 2012

    • Incasso weekend € 1.058.358
    • Incasso totale € 8.035.293
  • L’ALTRA FACCIA DEL DIAVOLO

    Regia di: William Brent Bell. Horror – USA, 2012

    • Incasso weekend € 1.024.492
    • Incasso totale € 1.024.492
  • JOHN CARTER

    Regia di: Andrew Stanton. Avventura – USA, 2012

    • Incasso weekend € 670.004
    • Incasso totale € 2.192.088
  • TI STIMO FRATELLO

    Regia di: Paolo Uzzi, Giovanni Vernia. Commedia – Italia, 2012

    • Incasso weekend € 529.350
    • Incasso totale € 1.759.253
  • 10 REGOLE PER FARE INNAMORARE

    Regia di: Cristiano Bortone. Commedia – Italia, 2012

    • Incasso weekend € 404.278
    • Incasso totale € 404.278
  • VIAGGIO NELL’ISOLA MISTERIOSA

    Regia di: Brad Peyton. Avventura – USA, 2012

    • Incasso weekend € 345.622
    • Incasso totale € 4.448.001
  • SAFE HOUSE – NESSUNO E’ AL SICURO

    Regia di: Daniel Espinosa. Thriller – USA, Sudafrica, 2012

    • Incasso weekend € 325.122
    • Incasso totale € 2.471.997
  • THE DOUBLE

    Regia di: Michael Brandt. Thriller – USA, 2011

    • Incasso weekend € 129.936
    • Incasso totale € 524.313

Eccoci al nuovo box office! Finalmente la prima posizione è occupata da un film degno di questo nome Untouchables titolo storpiato tradotto in Quasi Amici. Intendiamoci, non stiamo parlando di un capolavoro senza tempo, ma sicuramente un film piacevole e molto ben fatto. Una pellicola da vedere, come del resto anche per il secondo classificato Magnifica Presenza. Un nuovo film di Ozpetek con i bravissimo Elio Germano, un film che non ci fa vergognare del cinema nostrano per una volta.
Sarei curiosa, se solo fosse possibile, di vedere la composizione del pubblico nelle sale. Sicuramente in gran parte Ozpetek ha richiamato molti cinefili, ma il numero credo sia fatto in larga parte da italiani medi attirati con l’inganno della paternità italiana della pellicola. Voi dite di no?
Beh, al bar stavo parlando con una ragazza di film. “Voglio andare a vedere il nuovo di Opetek Magnifica Presenza – dico io, bevendo il mio aperitivo. Lei – “Ah, si ho visto il trailer, sembra simpatico lui è in una casa piena di trans”. Sorvolando sul fatto che il vino mi è andato di traverso, avete un chiaro esempio di che chiave di lettura possono aver dato i più al trailer (anche se io non riesco a capacitarmene!).

Gli italiani non si smentiscono mai e in ordine troviamo Posti in piedi in paradiso, L’ altra faccia del diavolo, John Carter e Ti stimo Fratello. Io non vi stimo affatto, invece.
Passi Verdone il giggione, ma in L’ altra faccia del diavolo è l’unica cosa a far accapponare la pelle è la sceneggiatura sconnessa e priva di logica. Di fare un buon horror non sembra essere tra le preoccupazioni di William Brent Bell, che arraffa il malloppo (tra i primi al botteghino negli USA) facendosi sberleffo degli spettatori. Per quanto riguarda John Carter sono rincuorata dal guizzo d’imprevedibilità del pubblico italiano. Sicuramente topolino si aspettava incassi da paura e delirio (non a Las Vegas, ma Walt Disney) per un film che è costato cifre esorbitanti. Non si può dire lo stesso per Ti stimo Fratello che non avrebbe dovuto staccare nemmeno un biglietto, figuratevi 529 350 euro.

Guglielmo Scilla è ormai definitivamente approdato al cinema cheap italiano, con 10 regole per farla innamorare al settimo posto. Se lui è poco credibile come eterosessuale (forse a causa del suo modo di recitare?) , Salemme è assolutamente non credibile come maestro di arte di seduzione. Con il suo look alla Nino d’ Angelo bruno, infatti insegna al giovane Gugliemo il vadecum dell’ amore passando per i soliti luoghi comuni.
Agli ultimi posti tengono duro (ahimè) Viaggio nell’ isola misteriosa, Safe House e The Double. Uno più sconsigliato dell’ altro, nemmeno meritevoli di essere un bockbuster.




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.