Box office – Incassi weekend del 28-02-2011

28/02/2011 by Luca
Box Office Italiano divider image

Ecco il consueto resoconto degli incassi del weekend con relativo commento. Tutti i dati sono stati presi dal sito ANSA.

 

  • MANUALE D’AMORE 3

    Regia di: Giovanni Veronesi, Commedia – Italia, 2011

    • Incasso settimanale €2.949.077
    • Incasso totale €2.949.077
  • IL CIGNO NERO

    Regia di: Darren Aronofsky, Thriller – USA, 2010

    • Incasso settimanale €991.219
    • Incasso totale €2.656.321
  • AMORE & ALTRI RIMEDI

    Regia di: Edward Zwick, Drammatico – USA, 2010

    • Incasso settimanale €800.324
    • Incasso totale €2.556.315
  • IL GRINTA

    Regia di: Ethan Coen, Western – USA, 2010

    • Incasso settimanale €703.352
    • Incasso totale €2.173.550
  • FEMMINE CONTRO MASCHI

    Regia di: Fausto Brizzi, Commedia – Italia, 2011

    • Incasso settimanale €655.077
    • Incasso totale €10.870.470
  • UNKNOWN – SENZA IDENTITÀ

    Regia di: Jaume Collet-Serra, Drammatico – Gran Bretagna, Francia, Germania, Giappone, Canada, USA, 2011

    • Incasso settimanale €643.227
    • Incasso totale €643.406
  • IL DISCORSO DEL RE

    Regia di: Tom Hooper, Storico – Gran Bretagna, Australia, 2010

    • Incasso settimanale €483.100
    • Incasso totale €5.066.866
  • 127 ORE

    Regia di: Danny Boyle, Avventura – USA, Gran Bretagna, 2010

    • Incasso settimanale €320.752
    • Incasso totale €322.077
  • IMMATURI

    Regia di: Paolo Genovese, Commedia – Italia, 2011

    • Incasso settimanale €310.700
    • Incasso totale €14.671.404
  • I FANTASTICI VIAGGI DI GULLIVER

    Regia di: Rob Letterman, Commedia – USA, 2010

    • Incasso settimanale €290.212
    • Incasso totale €3.202.151

Weekend sotto tono, con incassi piuttosto bassi, ma con un netto vincitore, come c’era d’aspettarsi. Manuale d’amore 3 sbanca, ma non incanta. Dopo di lui il vuoto nel suo weekend di uscita, ma se si guarda al dato nel suo insieme lo si può quasi definire un flop. Distribuito in 556 sale (anche se fonti iniziali davano 780 sale), il film fa nel complesso una media per sala piuttosto bassa paragonato a blockbuster di genere. Basti pensare che il secondo capitolo aveva incassato 6.2 milioni nel weekend d’apertura. Il fatto di aver inserito nel cast un attore come De Niro per attirare più pubblico avrebbe potuto essere un campanello d’allarme sul richiamo che i produttori pensassero avesse ancora il filone.

In seconda posizione, con un distacco di 2 milioni, si mantiene Il cigno nero. Sul film e sull’interpretazione della Portman ci siamo già espressi e stanotte agli Oscar ha, meritatamente, vinto il premio come miglior attrice. Seguono Amori & altri rimedi, Il Grinta e Femmine contro maschi. Il film dei Coen, pur avendo ottenuto 10 nominations, è rimasto a secco alla premiazione.

Al sesto posto entra il thriller spionistico Unknown – Senza identità, con protagonisti Liam Neeson e Diane Kruger. Dopo un incidente automobilistico, Martin si risveglia dal coma e nessuno lo riconosce per chi dice di essere. Se piace il genere, c’è ben poco di non visto, ma nel complesso è un buon modo per passare due ore in leggerezza.

Il fresco vincitore degli Oscar più importanti (film, regia, sceneggiatura, attore) si mantiene al settimo posto, con un incasso complessivo che supera i 5 milioni. Onestamente dare quei 4 Oscar a Il Discorso del re mi pare più che esagerato. Vada per l’attore e la sceneggiatura, ma film e regia sarebbero potuti andare ad Inception Il film di Nolan, che non è stato nominato come miglior regia, si accontenta di 4 premi minori (stesso numero del film di Hooper) e amen.

All’ottavo posto, la terza new entry, 127 ore. Brutto esordio, con soli 320.000 € d’incasso, per il nuovo film di Danny Boyle. Storia vera di Aron, escursionista, che rimane con il braccio incastrato in una spaccatura di un canyon senza che nessuno sappia dove sia. Personalmente l’ho apprezzato molto, il ritmo non è veloce, ma grazie ad un montaggio molto buono nel complesso è un buon film emozionante che non merita sicuramente un incasso così basso. Agli Oscar, pur avendo collezionato 6 nominations, anche 127 ore è rimasto a bocca asciutta.

Chiudono la classifica Immaturi e I viaggi di Gulliver, dai che ci liberiamo di Jack Black!

Fuori classifica, ma usciti questa settimana, Shelter – Identità paranormali (187.000 €) e Ladri di cadaveri – Burke & Hare (101.000 €). Se sul primo non posso pronunciarmi, il nuovo film di John Landis, commedia macabra sull’usanza nell’ottocento di trafugare cadaveri da vendere a chirurghi per lo studio anatomico, merita una seconda occasione. Non fa sbellicare dalle risate, ma è più che godibile.

La prossima settimana esce il film che ha dato gli Oscar agli attori non protagonisti, The fighter. La dieta da Oscar, in questo caso dimagrante, funziona sempre e Christian Bale è avvezzo a repentini cambi di peso se la parte lo impone. Fisico a parte, l’attore tira fuori una fantastica interpretazione del fratello tossico del protagonista e l’Oscar è più che meritato.

In uscita anche Il gioiellino, nuovo film con Toni Servillo (e mi basta questo per essere interessato), La vita facile, con Pierfrancesco Favino, Stefano Accorsi e Vittoria Puccini, Piranha 3D (il 3D mancava un po’ dalla classifica), Il buongiorno del mattino, Easy girl e Una cella in due.


2 Responses to Box office – Incassi weekend del 28-02-2011



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.