C’era una volta in Anatolia (2011)

10/05/2012 by Maurizio
2011, Bosnia-Erzegovina, Crimine, Drammatico, Festival di Cannes, Film Asiatici, Film Europei, In uscita in Italia, Recensioni, Turchia divider image
C'era una volta in Anatolia - Once upon a time in Anatolia (2011)

A volte ci sono film che ti rimangono impressi nella memoria nonostante ci siano pochi dialoghi e lunghi silenzi, in cui a parlare è solamente l’animo che viene fuori dall’atmosfera della storia. E’ il caso quindi di citare C’era una volta in Anatolia – Once upon a time in Anatolia del regista turco Nuri Bilge Ceylan, definito dagli esperti “l’Antonioni della Turchia”. Non è un caso che l’ultima fatica di Ceylan, dopo l’ acclamato Le tre scimmie, che gli è valso il premio come miglior regia al Festival di Cannes 2008, sia per molti un film che riflette non solo sulla storia ma su ogni personaggio, in quanto i protagonisti cercono ineriormente un loro fine, oltre al dilemma principale che rimanda all’inizio del film: trovare un cadavere sepolto in una sperduta collina dell’Anatolia ed a farlo sono un commissario con la sua squadra, un procuratore ed un medico; tutti insieme con il presunto colpevole del fatto, un criminale smemorato che a suo modo indica  vagamente  il luogo dove  ha sepolto la sua vittima.

Partendo da questo spunto, la prima parte di C’era una volta in Anatolia – Once upon a time in Anatolia vola alto con le sue straordinarie immagini della steppa turca,  illuminata dai fari delle auto che la percorrono  in una notte malinconica ed inquieta, che avvolge i protagonisti in un velo d’incertezza psicologica. Gli occhi della storia sono essenzialmente quelli del commisario con la sua fermezza, del procuratore con il suo atteggiamento riflessivo e infine del medico con il sua malinconia, attento ai fatti accaduti senza mai prendere l’iniziativa del suo pensiero.

Con una fotografia memorabile il film diventa sin dall’inizio molto intimo per lo spettatore, che non rischia mai di distaccarsi dalla storia per la straordinaria cura che il regista turco ha nei confronti dei personaggi, tutti amabili e detestabili nello stesso tempo. Candidato come miglior film turco agli oscar 2012, C’era una volta in Anatolia – Once upon a time in Anatolia non è passato alla selezione ma in compenso la casa di distribuzione indipendente Parthénos ha deciso di comprare i diritti del prodotto, facendo in modo che anche noi possiamo ammirare l’ultima fatica di Ceylan dal 15 giugno 2012. Nel frattempo sottotitoli in inglese!

  • Festival di Cannes 2011: Grand Prix Speciale della Giuria

Voto:

IMDbMymovies Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.