David di Donatello 2012 ai Fratelli Taviani con Cesare deve morire

06/05/2012 by Matteo Marescalco
News divider image
David di Donatello 2012 - Fratelli Taviani

A trionfare ai David di Donatello 2012 sono i fratelli Taviani, autori del film di stampo teatrale Cesare deve morire (qui la recensione), già premiato con l’Orso d’oro al Festival di Berlino, dove è stato presentato in anteprima a febbraio. I due cineasti pisani si sono portati a casa cinque statuette tra cui quelle alla regia e al miglior film.
Il David alla miglior sceneggiatura è andato ad Umberto Contarello e Paolo Sorrentino, autore del film This must be the place, trionfatore in altre cinque categorie, per lo più tecniche.
Nanni Moretti, Marco Tullio Giordana ed Emanuele Crialese, rispettivamente autori di Habemus Papam, Romanzo di una strage e Terraferma, sono stati gli sconfitti della serata. Il film dell’autore de La meglio gioventù e I cento passi ha portato a casa tre premi, ai migliori effetti visivi e ai non protagonisti Pierfrancesco Favino e Michela Cescon. Giordana si conferma così, ancora una volta, ottimo direttore d’attori.
Torna a casa meritatamente a mani vuote il peggior film di Crialese.
Michel Piccoli, il papa dubbioso del film di Moretti trionfa come miglior protagonista, lasciando Nanni scontento per la mancata vittoria del premio alla miglior sceneggiatura, ingiustamente assegnato a Sorrentino. This must be the place è un capolavoro spurio, senz’anima, tecnicamente e registicamente perfetto. Tuttavia, la sceneggiatura fa acqua da tutte le parti, soprattutto nel finale, e sarebbe stato più opportuno premiare Moretti che ha realizzato uno dei suoi migliori films.
Ottima la scelta dei giurati di premiare Zhao Tao come miglior interprete femminile per l’apprezzato Io sono Li.
Il David alla miglior regia ai fratelli Taviani, per quanto possa essere meritato, può essere considerato come un premio alla carriera di questi due ormai anziani cineasti. Il lavoro alla base del loro film è stato notevole ma senza dubbio Sorrentino, che con il suo primo film americano si è confermato un ottimo regista, avrebbe meritato più di loro il premio.
Nulla da eccepire sul premio al miglior film.

Di seguito la lista completa dei premiati:

Miglior film
CESARE DEVE MORIRE di Paolo Taviani e Vittorio Taviani

Migliore regista
Paolo TAVIANI, Vittorio TAVIANI per Cesare deve morire

Migliore regista esordiente
Francesco BRUNI Scialla! (Stai sereno)

Migliore sceneggiatura
Paolo SORRENTINO, Umberto CONTARELLO per This Must Be the Place

Migliore produttore
Grazia VOLPI per Kaos Cinematografica, in collaborazione con Rai Cinema per Cesare deve morire

Migliore attrice protagonista
Zhao TAO per Io sono Li

Migliore attore protagonista
Michel PICCOLI per Habemus Papam

Migliore attrice non protagonista
Michela CESCON per Romanzo di una strage

Migliore attore non protagonista
Pierfrancesco FAVINO per Romanzo di una strage

Migliore direttore della fotografia
Luca BIGAZZI (This Must Be the Place)

Migliore musicista
David BYRNE (This Must Be the Place)

Migliore canzone originale
“IF IT FALLS, IT FALLS” musica di David BYRNE, testi di Will OLDHAM, interpretata da Michael BRUNNOCK (This Must Be the Place)

Migliore scenografo
Paola BIZZARRI (Habemus Papam)

Migliore costumista
Lina NERLI TAVIANI (Habemus Papam)

Migliore truccatore
Luisa ABEL (This Must Be the Place)

Migliore acconciatore
Kim SANTANTONIO (This Must Be the Place)

Migliore montatore
Roberto PERPIGNANI (Cesare deve morire)

Miglior fonico di presa diretta
Benito ALCHIMEDE, Brando MOSCA (Cesare deve morire)

Migliori effetti speciali visivi
Stefano MARINONI e Paola TRISOGLIO per VISUALOGIE (Romanzo di una strage)

Miglior film dell’Unione Europea
Quasi amici di Olivier NAKACHE, Eric TOLEDANO

Miglior film straniero
Una Separazione di Asghar FARHADI

Miglior documentario di lungometraggio
TAHRIR LIBERATION SQUARE di Stefano Savona

Miglior cortometraggio
DELL’AMMAZZARE IL MAIALE di Simone Massi




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.