Valerio Mieli – Dieci inverni (2009)

14/04/2011 by Maurizio
2000 - 2009, Commedia, Film Europei, Gli esordi alla regia, Italia, Russia, Valerio Mieli divider image
Dieci inverni (2009)

Può un amore rimanere congelato 10 anni?

È capitato ai protagonisti di questa brillante storia scritta e diretta da Valerio Mieli, Dieci Inverni. Il titolo racchiude la trama che dura per 10 lunghi anni, 10 inverni dove l’amore è prima vicino, poi distante, ma sempre intenso. Tutto è visto con gli occhi adolescenziali di un ragazzo diciottenne, Silvestro, e di una timida ragazzina coetanea, Camilla. Lui dal carattere spavaldo ma ingenuo, lei insicura ma più matura.

Si conoscono per caso un giorno su un vaporetto  della laguna di Venezia. Silvestro cerca di farsi notare con un approccio infantile, ma invano. Camilla, studentessa di letteratura russa, scende alla sua fermata e Silvestro decide di seguirla: inizierà la loro amicizia che arriverà sul punto di sfiorare l’amore, per poi congelarlo seguendo il  proprio destino. I due ragazzi saranno vicini, distanti, avranno altre relazioni sentimentali, ma saranno sempre un punto d’incontro tra i loro cuori, come due rette che prima o poi si incontrano formando un punto di congiunzione.

Crescere è difficile sotto certi versi, dover maturare a volte comporta dover  compiere delle decisioni affrettate, e se non si è pronti si può rischiare di perdere l’amore della propria vita.

Dieci Inverni è il prologo dell’amore, una storia descritta dallo stesso regista, qui al suo esordio cinematografico, come una sorta di “anti-colpo di fulmine”. Valerio Mieli prende spunto proprio dal suo romanzo omonimo per raccontare, attraverso quadri intesi come capitoli,  come a volte  sia importante  il destino per cambiare la propria esistenza. Lo si capisce nel finale del film, che ovviamente non vi sveleremo, che lascia lo spettatore con una punta di riflessione sui ricordi del proprio passato, magari pensando alle occasioni mancate.

Bravissimi gli attori principali, Michele Riondino e Isabella Ragonese, perfettamente a loro agio nell’interpretare due ragazzi nell’arco di dieci anni, dimostrando una notevole maturità artistica. Bella la fotografia di un’insolita Venezia caotica e innevata. Cameo per Vinicio Capossela che recita e interpreta un brano della colonna originale del film

Voto:

  • David di Donatello 2010: miglior regista esordiente
  • Nastri d’argento 2010: miglior regista esordiente
  • premio Fice
  • primo premio Festival del cinema italiano di Villerupt
  • Capri Hollywood Exploit Award
  • premio Felice Laudadio (per la miglior opera prima)

IMDb MymoviesAcquista ♦ Italianshare ♦ Opensubtitles


2 Responses to Valerio Mieli – Dieci inverni (2009)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.