I Fiori di Kirkuk (2010)

25/06/2011 by Luca
2010, Drammatico, Film Asiatici, Film Europei, Iraq, Italia, Svizzera divider image
I fiori di Kirkuk (2010)

Presentato allo scorso Festival del cinema di Roma, I fiori di Kirkuk ha un tema principale, quello dell’amore impossibile, già visto e sentito molte volte con personaggi e location diverse, ma sempre piacevole da guardare se ben raccontato e con elementi di contorno interessanti.

Ambientato in Iraq a partire dal 1988, vede come protagonista Najla (Morjana Alaoui), una ragazza irachena che ha studiato medicina in Italia e che torna nel suo paese per cercare Sherko (Ertem Eiser), il suo amante conosciuto all’università e di cui ha perso le tracce. Sullo sfondo il genocidio curdo operato dal regime di Saddam verso questa minoranza etnica; e Sherko è curdo. Tornata a casa, Najla si deve fronteggiare con suo zio (suo tutore legale) e suo cugini, fieri seguaci del regime del rais e della cultura araba che vuole, come si sa, la donna relegata ad un ruolo marginale e senza poteri decisionali.

Najla trova Sherko e scopre che, attraverso un’organizzazione clandestina, aiuta la sua popolazione per fuggire e resistere ai rastrellamenti effettuati dall’esercito, ed è ricercato dalla polizia per questo. Per amore Najla si unisce alla causa di Sherko disonorando la famiglia che, quando lo viene a sapere, fa arrestare Sherko tramite Mokhtar (Mohamed Zouaoui), un giovane militare invaghito e geloso della ragazza. Obbligata a lavorare per il governo, Najla continuerà ad aiutare la resistenza, nella speranza di ritrovare l’amato, e sarà testimone delle atrocità perpetuate ai curdi con le armi chimiche.

Il difetto principale del film diretto dall’iraniano Faribor Kamkari è l’incapacità di drammatizzare fino in fondo le vicende personali dei protagonisti, limitandosi a delineare una visione asettica della loro vita privata. Il suo maggior pregio è invece quello di portare alla luce una vicenda che è ancora fin troppo sconosciuta al grande pubblico, come quella della brutale e ingiustificata repressione etnica nei confronti dei Curdi nel biennio 1987-88.

Il film è stato realizzato con il sostegno di RAI CINEMA, della Regione Lazio, del Programma MEDIA dell’Unione Europea, dell’Università di Roma “La Sapienza”, del Ministero della Cultura dell’Iraq e del Ministero degli Esteri Italiano.

Voto: 

IMDbMymoviesAcquista ♦ Italianshare ♦ Opensubtitles


One Response to I Fiori di Kirkuk (2010)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.