Fragola e cioccolato (1994)

11/03/2011 by Maurizio
1990 - 1999, Commedia, Cuba, Drammatico, Film Americani, Film Europei, Goya, Messico, Spagna, Stati Uniti divider image
Fragola e cioccolato (1994)

Tempo fa abbiamo recensito  Prima che sia notte di Julian Schnabel dove il tema centrale del film era  l’omosessualità a Cuba durante il periodo rivoluzionario. Oggi ritorniamo a parlare di questo argomento perchè ULTIMOCIAK vuole farvi conoscere una bellissima opera  di Tomás Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío ” Fragola e cioccolato”.

In  poche parole questo lavoro insegna a non discriminare le persone per quello che sono all’apparenza, ma rispettarle per quello che sono realmente, sopratutto se essi vivono sotto un regime dittatoriale come quello cubano.

Lo abbiamo paragonato a Prima che sia notte perché avviene in pratica la stessa cosa, cioè mandare in esilio i gay perché  ritenuti “diversi” dai castristi comunisti. Esattamente come  lo scrittore e poeta  Reinaldo Arenas,  qui vale lo stesso discorso per Diego, un gay intellettuale che vive per i suoi ideali di libertà senza costrizioni. Un giorno Diego incontra in un bar David, un giovane fedele ai valori comunisti di Castro. Quando viene corteggiato da Diego, inizialmente lo rifiuta, ma poi si incuriosisce dal fatto che potrebbe leggere  libri censurati dal regime ed ascoltare musiche europee “proibite”.. Quindi lo frequenta sempre con un certo distacco, fino a diventare suo amico e stimarlo per il fatto di essere un “libero pensatore”.Nel frattempo David conosce la vicina di casa di Diego, Nancy , una donna depressa che ha cercato più volte di suicidarsi. Tra loro nasce un’intesa affettiva che porta David a non pensare più a Vivian, una sua ex fidanzata la quale ha deciso di sposare un altro uomo più vecchio e ricco rispetto all’ex compagno.

Film ricco di avvenimenti, molto sensibile a questa tematica così difficile da affrontare a Cuba, riuscito perfettmente a lasciare il segno tra il pubblico. Molto acclamato dalla critica, Fragola e cioccolato è risultato godibile sotto tutti i punti di vista cinematografici, a cominciare dalle musiche originali di José María Vitier, così nostalgiche  come il personaggio di Diego, interpretato magistralmente da Jorge Perugorría.

Viene da chiedersi  come sia possibile che un uomo non possa vivere nel luogo in cui è nato solamente perchè omosessuale. Ma rischiamo di cadere nella banalità di chi si domanda  perché esiste il male o il bene, quindi lasciamo da parte le domande e godetevi questo bellissimo film senza pregiudizi.

  • 8 Havana film festival 1993: miglior regia, miglior attore, miglior attrice non protagonista, premio del pubblico, primo premio
  • Festival di Berlino 1994: Orso d’argento
  • Premi Goya 1995: miglior film straniero in lingua spagnola
  • Sundance film festival 1995: premio speciale della giuria

Voto:

[youtube]Rlvl_BVU5zw[/youtube]

IMDbMymoviesAcquista ♦ ItalianShare ♦ OpenSubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.