Paolo Ruffini – Fuga di cervelli (2013)

06/01/2014 by Renato Volpone
2013, Commedia, Film Europei, Gli esordi alla regia, Italia, Recensioni divider image
Fuga di cervelli (2013)

Dopo Universitari ecco un altro film giovane e demenziale del cinema italiano che non riesce a trovare il giusto tempo per le battute, sempre fuori tempo e fuori luogo.

Non si ride, soprattutto nella prima parte, ma viene la pelle d’oca per il livello bassissimo di intelligenza, le trovate sceniche volgari e battute di cattivo gusto. Paolo Ruffini, colpevole anche della regia, è eccessivamente logorroico quasi da far venire il mal di testa. La storia è quella di cinque ragazzi con problemi fisici o mentali che decidono di andare ad Oxford, falsificando voti e documenti, per trovare fortuna e amore, inseguendo Nadia, la ragazza di cui Emilio, forse il più normale del gruppo, è perdutamente innamorato. Dopo una serie di inenarrabili peripezie, la seconda parte del film si riprende un poco in quanto mette in evidenza la solitudine e le difficoltà del vivere sociale dei portatori di handicap, o anche solo dei ragazzi timidi ed introversi. La solitudine interiore che ha portato questo strano gruppo a formarsi e a condividere reciproci piccoli soprusi.

Purtroppo la debole ripresa morale e sociologica non è comunque sufficiente per promuovere questo film al valore di una commedia o anche di un semplice cine panettone.

Voto:

IMDb ♦ Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.