I cavalieri della laguna (2014)

01/08/2014 by Renato Volpone
2014, Documentario, Film Europei, In uscita in Italia, Italia, Recensioni divider image
I cavalieri della laguna (2014)

Orbetello, un manipolo di uomini, quasi tutti cinquantenni, che cavalcano le acque placide della laguna.

E’ la storia di una passione, di un luogo, di varie umanità, ma è anche il racconto dell’Italia che lavora, della crisi che arriva anche negli angoli più nascosti, di sogni e aspirazioni. Walter Bencini, con immagini suggestive che fuggono dai primi albori del giorno verso la calma della sera, inquadra la vita dei pescatori di laguna, quelli che escono ai primi chiarori dell’alba per gettare le reti, anche d’inverno quando l’acqua è gelida e il vento sferza le gote, ma la passione, il piacere della pesca fa dimenticare le asperità della natura. Si lanciano le mano picchiandole dietro le spalle, in una sorta di abbraccio frenetico e il sangue torna a circolare. Poi la barca raccoglie spigole, anguille, bottarga e fa partire il motore di una fabbrica, di un ristorante, della pescheria. I pescatori di Orbetello con gli aneddoti di una vita quasi normale raccontano la storia di una cooperativa nata per salvare il lavoro dei pescatori. Parlano di come le acque della laguna non siano più le stesse, di come l’ecosistema negli anni sia cambiato e come oggi l’uomo deve intervenire per mantenere vivo il lavoro e salvare la vita in luogo quasi magico. La temperatura dell’acqua che cambia, i fondali che vanno dragati per pulirli dalle alghe crescenti, che non sono più le stesse di trent’anni fa, ma più invasive e crescenti. Le anguille che vanno scemando perché l’acqua non è più dolce, perchè per mantenere la vita degli altri pesci le idrovore pompano acqua salata nella laguna. E poi gli uccelli, voraci di pesci, che arrivano in quantità sempre maggiore a colorare un luogo bellissimo, ma che usano le stesse tecniche dei pescatori per catturare e mangiare il loro bottino.

E’ la storia di uomini che lavorano, che amano quella che si può definire un’arte: pescatori che tutti i giorni escono con le barche, ma anche lavoratori in pensione che sognano ancora di farlo, e quelli più giovani che sperano in un futuro migliore, che torni l’abbondanza del pesce per costruire una casa, una famiglia.

Un documentario che ci fa guardare da un oblò questo nostro Paese bellissimo, che vive, che palpita, che non perde mai la speranza di un sogno e che tutto dimentica accanto ad una tavola imbandita.

Voto:3 stelle

IMDb Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.