Roman Polansky – Il coltello nell’acqua (1962)

21/01/2011 by Maurizio
1960 - 1969, Drammatico, Film Europei, Gli esordi alla regia, Polonia divider image
Il coltello nell'acqua (1962)

Inauguriamo oggi una nuova rubrica, ‘La prima volta di…’, in cui si recensirà il primo film diretto o in cui ha recitato un regista o attore oggi famoso.

L’esordio cinematografico di Roman Polansky è stato pressoché un successo: debuttando a soli 29 anni con Il coltello nell’acqua, viene subito candidato all’oscar come miglior film straniero nel 1964.

Il cast è composto solamente da tre persone (più due cameo): il giornalista Andrzej, sua moglie Krystyna e un giovane autostoppista, conosciuto per caso mentre i due si stanno recando al porto per una gita in barca e che Andrzej invita ad unirsi a loro. Durante il viaggio nel lago, iniziano i conflitti psicologici tra i due uomini; ognuno cerca di dimostrare la propria superiorità sia intellettuale che fisica cercando di distinguersi agli occhi della donna. Il coltello, di cui si riferisce il titolo del film,  è quello a serramanico,  che durante un diverbio finisce in acqua e che porterà fino all’epilogo finale.

Il film, ambientato per lo più nella barca, è girato con inquadrature strette che creano tensione, in parallelo con quella che cresce fra i due uomini. Il finale lascia allo spettatore un moralità ambigua: chi è il cattivo? Andrzej o l’autostoppista? o Krystyna? Il coltello nell’acqua è un grande esempio di come può essere effettuata la manipolazione in un film. Unico film girato da Polansky  nella sua nativa polonia, è un eccellente esercizio di tensione e dramma.

  • Mostra del Cinema di Venezia 1962: Premio FIPRESCI

Nomination all’oscar come miglior film straniero nel 1964

Voto:

[youtube]LxFlBSKMQSc[/youtube]

IMDbMYmovies Acquista ♦ ItalianShare ♦ AllSubs





bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.