Torino 30 – Imogene (2012)

10/12/2012 by Maurizio
2012, Commedia, Film Americani, Recensioni, Speciale festival di..., Stati Uniti, Torino Film Festival divider image
Imogene (2012)

Sin da bambina dimostrava la sua contrarietà nel recitare le battute de Il mago di Oz, perché secondo il suo amabile punto di vista era assurdo che Dorothy desiderasse di tornare a casa nel Kansas dagli zii. Imogene Duncan (Kristen Wiig) nel frattempo diventa adulta, ma coltiva sempre il sogno di diventare una commediografa famosa, lasciando la casa di famiglia nel Jersey per essere libera e indipendente a New York. Ma avere un fidanzato attraente e frequentare le  conoscenze altolocate dell’upper-class newyorchese talvolta non sono tutto, anzi per Imogene ad un certo punto sono quasi niente. La povera scrittrice all’improvviso perde lavoro e amore, inscena un finto suicidio per muovere compassione e finisce sotto la tutela della madre Zelda (Annette Bening), che  si assicuri che la figlia non tenti nuovamente il suicidio.

Il ritorno alle origini per lei è prevedibilmente scioccante: oltre alla stravagante madre dipendente dal gioco ed al fratello Ralph (Christopher Fitzgerald) fissato coi granchi, la scrittrice fallita trova un ragazzo, Lee (Darren Criss) che ha subaffittato quella che una volta era la sua camera, ed il nuovo compagno di sua madre, George Boosh (Matt Dillon), un presunto  agente della CIA in incognito. L’incontro con questi personaggi aiuterà involontariamente Imogene a ritrovare se stessa.

Shari Springer Berman e  Robert Pulcini sono due registi affiatati; lo si capiva subito dal loro debutto con American Splendor (2003), tratto dall’omonimo fumetto di Harvey Pekar, presentato al Torino Film Festival e successivamente nominato agli Oscar. Questa volta ritornano in gran forma alla trentesima edizione del TFF nella sezione “Festa mobile” con questa gradevole e deliziosa commedia, che si ama sin dal primo minuto esattamente come si adora il personaggio principale del film, Imogene appunto. Il suo essere scontrosa la rende ancora più simpatica e adorabile, circondata da personaggi che non la capiscono o non la vogliono comprendere. Kristen Wiig regge benissimo il suo ruolo di commediografa fallita e  non mancano le  numerose gag con gli altri interpreti (Matt Dillon è simpaticissimo nei panni del partner di Annette Bening), merito senza dubbio di Michelle Morgan che ha curato la sceneggiatura.

Sono fiducioso nella sua distribuzione in Italia, le carte in regola ci sono tutte per presentare Imogene in tutte le sale cinematografiche; un  ricco cast americano può aiutare sicuramente.

Voto:

IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.