Intervista a Paola Emos Rei

03/02/2012 by Maurizio
News divider image
Paola Emos Rei

Truccatrice specializzata in effetti speciali; ultimamente ha curato le trasformazioni in Scary Tales (IV Episodio), web series firmata Grage Pictures. Modella e crea protesi per realizzazioni di maschere zombie, mostri, demoni e malformazioni. Realizza invecchiamenti teatrali e cinematografici; crea effetti con qualsiasi tipo di materiale a disposizione, senza soffermarsi troppo nella ricerca maniacale del prodotto professionale, privilegiando il low cost. Ama collaborare per realizzazioni cruente che la spingono sempre oltre i limiti del gore… Allestisce servizi fotografici con scene, costumi, oggetti rielaborati ed effetti speciali make up.
Tutto è agito dal vivo davanti alla macchina fotografica. Amici, familiari e conoscenti diventano attori, modelli.. mostri, demoni e troupe…

Stiamo parlando di Paola Emos Rei

Come è iniziata la tua passione per il trucco?

Ho una formazione di stampo artistico, e presto il desiderio che si è fatto strada dentro di me è stato quello di far diventare il mio viso come una foglio da disegno. Pennelli da make up, prendevano il posto delle matite colorate ed il mio volto diventava la nuova tela da disegnare.. Poi ho cominciato a truccare gli altri. La mia è stata una forma di evoluzione..
Il trucco ‘horror’, invece..  prende piede dal 2007 come autodidatta dopo circa 17 anni di passione per i film horror e sottogeneri dello stesso.
Ho seguito  una naturale curiosità verso la conoscenza di meccanismi e dinamiche che si nascondono dietro quei trucchi quasi magici, quasi di prestigio .. Vedevo quegli effetti speciali con lo stesso stupore di un bambino davanti lo spettacolo di un’illusionista.. e io adoro le illusioni.. il fascino del vero miscelato al falso.
Così provai a realizzare il sangue finto, per conto mio e quasi per gioco inventai una ricetta. Il risultato fu talmente coinvolgente che capii che quella era la mia strada e che non l’avrei più abbandonata..
Così mi iscrissi, a Roma, ad una scuola per truccatori.

Da dove prendi l’ispirazione per un soggetto da truccare?

A volte l’ispirazione viene da una foto, da un’idea sfuggita al mio controllo, da un’immagine o più semplicemente da qualche sogno realizzato da poco… Ma la cosa che maggiormente colpisce la mia fantasia è il soggetto in se. Più volte il trucco nasce dopo la conoscenza del soggetto da truccare. Ricordo di un episodio in cui ero con una ragazza che conoscevo da poco. Dopo una prima occhiata, sapevo che quella ragazza sarebbe finita a popolare la mia fantasia che mi portò a realizzare il set chiamato ‘La Miranda de L’Otro’ visibile sul mio canale su youtube. Sono affascinata dall’idea di poter esprimere ciò che più amo nei miei set.
Il meglio di me viene fuori nelle trasformazioni uomo- zombie. Amo gli zombie e  mi rivedo  nella frase di Romero: “Ho sempre simpatizzato per gli zombie, hanno un che di rivoluzionario. Rappresentano il popolo solitamente senza idee autonome che a un certo punto, stanco dei soprusi, si ribella. […] ”

C’è un personaggio di un film che ti ha maggiormente colpito per il suo aspetto?

La mia attenzione va al 1986, anno che ha dato i natali al remake di The Fly del 1958.’ con Cronenberg alla regia. Film che merita l’enorme successo che resta invariato nel tempo.  Indubbiamente una delle trasformazioni più affascinanti e complete che abbia mai visto.  Non a caso il film ha vinto l’Oscar al miglior trucco. Gran lavoro! Immagino l’enorme  studio che i truccatori hanno dovuto svolgere preventivamente e le ore di trucco sul set… Ho letto che impiegavano circa 6 ore di trucco al giorno.. Sarebbe bello riuscire a realizzare qualcosa di tanto grandioso!

Chi è il tuo idolo nel lavoro?

Rick Baker! Apprezzo ogni sua produzione da effettista. Nel remake di Wolfman ho visto su Del Toro una full immersion.. e dalle interviste, sembra che entrambi siano stati stregati dal fascino del lupo mannaro.. La sua professionalità è ben nota in film come the Ring e Wolf – la belva è fuori. Sono convinta che ogni truccatore abbia  il suo ‘demone’, il lupo mannaro credo sia quello di Baker. Ha visto la luce anche di Un lupo mannaro americano a Londra, giusto per restare in tema… E’ una personalità davvero affascintante.. sarebbe fantastico incontrarlo.

Hai molte richieste in ambito cinematografico? Lavori anche per persone che non sono professionisti che ti richiedono un travestimento?

Il mio lavoro, coincide con la mia passione.. quindi l’immobilità mi demoralizza. Da un anno circa, le richieste di lavori in tutta Italia sono in aumento, ma non disdegno anche lavori da parte di non professionisti, ma  dev’essere una richiesta che mi appassiona davvero e devo avere il tempo per poterla realizzare a dovere. Per soddisfare la mia creatività e la mia energia  l’importante è restare per me è restare sempre attiva.

Hai collaboratori?

Ultimamante il mio lavoro è triplicato. Ed è stato necessario richiedere il sostegno di due assistenti. Ad esempio per la collaborazione in  Scary Tales (IV Episodio), in cui i tempi erano strettissimi, se non avessi avuto loro al mio fianco avrei dovuto tralasciare molti dettagli.

Hai mai contattato personaggi famosi che operano nel mondo cinematografico internazionale?

Finora non è mai accaduto, ma non escludo l’ipotesi.. anzi  sarebbe una scuola fondamentale per la mia crescita personale e professionale.

Il tuo studio dove si trova? Contatti? Sito internet?

Ho un mio laboratorio a Matera e allestimenti su Roma e Salerno. Ho la fortuna di svolgere un lavoro che mi vede sempre in giro, quindi il mio studio coincide con il set dove mi trovo al momento. Il mio ufficio è la rete informatica e un’agenda rosso fiammante. Potete trovarmi su Youtube sul mio canale: http://www.youtube.com/PaolaEmos Sul mio sito internet: http://www.progettofx.com, sull’inmancabile Facebook con la mia pagina fan di Effetti speciali di trucco: http://www.facebook.com/progettofx, o mandarmi una mail su info@progettofx.com.

Utilizzi solamente trucchi per un genere horror o altri mascheramenti più soft?

Amo tutto il settore del make up e delle trasfomazioni in se. L’horror ha scelto me fin dall’infanzia e non ho potuo resisterli, ma non disdegno gli altri generi di trucco in quanto la sperimentazione è alla base del mio lavoro in costante evoluzione. Quindi tecniche e studi mi portano a spingermi verso nuovi orizzonti. Ultimamente ho scoperto il trucco storico, realizzando un make up d’epoca sugli anni ’20 ispirato alle attrici Clara Bow e Louise Brooks, inoltre mi sono divertita a creare  il make up ispirato alla cantante e attrice Nina Hagen! Entrambe le slide sono visibili sul mio sito.

Progetti per il tuo futuro?

Ho diversi progetti che bollono in pentola: un videoclip nel centro Italia, una crew a Milano in Giugno, e una lezione universitaria a Marzo che avrà come argomento il cinema dell’orrore degli anni ’30, in cui mi occuperò di una dimostrazione pratica realizzando l’immenso Frankenstein. Non vedo l’ora..Ho molti sogni da realizzare in questo ambito, e spero di poterne realizzare qualcuno. L’importante è continuare sempre a conoscere persone valide con cui lavorare e ad avere  il cuore pregno di emozione verso il mio lavoro.


8 Responses to Intervista a Paola Emos Rei

  • Complimenti per l’intervista. Conosco Paola Emos rei di fama.Grande persona! Auguri per il vostro lavoro

    Rispondi


  • Trucchi meravigliosi indubbiamente! Vedo molto talento e complimenti anche al giornalista x le domande.continuate cosi

    Rispondi


  • Paola,sto pensando ad un look molto horror per carnevale.Ti contatterò 😉

    Rispondi


  • Per usare un francesismo direi che quest’intervista è una figata!grande maurizio per aver scritto in un modo cosi fresco.Dopotutto c’è poca originalità in giro, e hai rappresentato il classico scossone nel grigiore di questi tempi.Questa ragazza è davvero brava.Ho visto qualche suo lavoro online e devo dire che è in gamba.

    Rispondi


    • grazie Alex, ho cercato di essere un pò originale anche se alcune domande risultano essere un pò generiche per fare conoscere meglio Paola.

      Rispondi


  • Hai fatto bene e approvo le tue scelte. Un abbraccio
    Alessandro

    Rispondi




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.