Torino 27 GLBT – Keep the Lights On (2012)

03/05/2012 by Maurizio
2012, Drammatico, Film Americani, Paprika Steen, Recensioni, Speciale festival di..., Stati Uniti, Thure Lindhardt, Torino GLBT Film Festival divider image
Keep the Lights On (2012)

Ossessioni, debolezze, sesso e passione sono le caratteristiche per  Keep the Lights On, un  film di Ira Sachs con Thure LindhardtZachary Booth. Presentato al 27° GLBT Torino Film Festival, dopo aver ricevuto una nomination al Sundance 2011 ed aver vinto il Teddy Award al Festival di Berlino 2012 come miglior pellicola gay, il lavoro di Ira Sachs mescola i sentimenti di una coppia omosessuale  nell’arco di 10 anni, in cui i protagonisti vengono travolti dall’amore, seppur interrotto varie volte per come entrambi vedano la vita in modo differente.

Erik Rothman è un regista di documentari, gay dichiarato, Paul Lucy è un giovane avvocato affascinante. I due  si conoscono in una linea erotica, prendono appuntamento e vengono travolti dalla passione, incominciando una storia d’amore stabile, in cui il legame è talmente forte da fare fuoriuscire le loro incertezze, dovute alle profonde discprepanze caratteriali. Erik vorrebbe una vita serena, nonostante abbia, a causa del suo lavoro, poco tempo  da dedicare al suo uomo; Paul ha  bisogno di distaccarsi dalla solita routine, cercando la felicità nella droga e nelle relazioni sessuali extra-coniugali. Quando arriverà, se mai ci sarà una fine, il momento in cui ci sarà il  giusto equilibrio per vivere senza turbolenze psicologiche?

Forse eccessivo nelle lunghe sequenze di sesso, Ira Sachs raggiunge ad ogni modo il suo obiettivo prefissato, mostrando le difficoltà di una coppia inizialmente stabile, ma che dopo solamente due anni, incontra nel suo cammino ostacoli che i protagonisti non riescono a superare, limitandosi e forse accontentandosi del proprio destino. Chi è ferito maggiormente è Erik, cercando in tutti i modi di riparare agli errori del compagno nonostante quest’ultimo sia in preda alla droga, anche se alla fine sarà proprio Lucy a mettere in difficoltà il suo convivente, oramai diventato un ex.

Protagonisti assoluti sono gli attori  Thure Lindhardt e Zachary Booth, entrambi bravissimi nell’interpretare con assoluta efficacia la vita di due trentenni infelici, nonostante abbiano un buon lavoro. Il primo l’abbiamo già segnalato nella nostra lista di “Attori da Ultimociak”, avendo dato già un’ ottima prova di recitazione in L’ombra del nemico (qui la recensione),  Lille soldat (qui la recensione), Angeli e demoni, Brotherhood – Fratellanza (qui la recensione) e Truth about man / Sandheden om mænd  ( qui la recensione). Una lunga carriera in ascesa per un attore che farà ancora parlare di sè.

Buona visione!

Voto:

IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.