La famiglia Bélier (2014)

18/05/2015 by Renato Volpone
2014, Belgio, Commedia, Film Europei, Francia, Recensioni divider image
La famiglia Bélier (2014)

E’ questo un film che racconta più mondi che si intersecano tra di loro con garbo e leggerezza.

Il primo, il più evidente, è quello dei sordomuti, anche se la loro comunità ha accolto la pellicola con non poche polemiche. Un mondo che vive solo di immagini e gesti, ma che per il resto è uguale a quello di chi ci sente. Ad un certo punto del film la madre Bélier confessa alla figlia che quand’era nata sperava fosse anche lei sordomuta perché non appartenesse al mondo di quegli altri. Ma la storia li butta nella mischia e il papà Bélier si candida a sindaco. La diversità dell’handicap non è poi una gran diversità sembra volerci raccontare il regista Éric Lartigau. Un altro mondo è quello della famiglia, dei genitori che tengono i figli stretti a sé, un po’ per amore, un po’ per egoismo, un po’ per paura di lasciarli andare. La giovane Paula ha davanti un’opportunità, ma deve abbandonare la famiglia per seguirla, e qui nasce l’incomprensione e il senso di colpa. Un argomento quanto mai attuale tracciato sulle corde estreme, ma efficace nella narrazione e nella conquista dello spettatore. Un altro mondo, forse non l’ultimo, è quello della musica e del canto.

Il film è emozionante e commovente per la bellezza del canto, della sua liberazione dal corpo che lo costringe e lo comprime. La costruzione della voce di Paula è stupenda, come le sue esibizioni in duetto e col coro. Grandioso il canto in silenzio che spacca il cuore degli spettatori gettandoli verso un finale di lacrime e di emozione. Assolutamente da non perdere. Se possibile da vedere in lingua originale.


Voto:4.5 stelle

IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.