Pesaro 51 – L’estate di Giacomo (2011)

03/11/2015 by Roberto Matteucci
2011, Belgio, Commedia, Drammatico, Film Europei, Francia, Italia, Pesaro Film Festival, Recensioni, Speciale festival di... divider image
L'estate di Giacomo (2011)

“Ci sono delle nature belle e delle nature di merda.”

Abituati a vedere immagini di amore, di sesso entro normale umanità, facciamo fatica a comprendere che la sensualità appartiene a tutto il mondo. E non tutte le coppie sono Brad Pitt e Angelina Jolie. Ci sono anche i brutti, gli sfigati, i timidi, i deformati, gli ammalati. Sebbene non abbiano i principi tipici dell’attrattiva, anche noi fuori dai canoni (notare l’uso della prima persona plurale) abbiamo capacità, desiderio, voglia di amare e di avere una propensione alla sessualità.

È il tema del film di Alessandro Comodin, L’estate di Giacomo.

Nella prima inquadratura osserviamo una batteria, un apparecchio acustico, un crocefisso sul muro e un ragazzo di spalle che suona. L’autore ci porta già in un primo contrasto. Il musicista è il sordo muto Giacomo. 51 Pesaro Film Festival

Giacomo e Stefania stanno andando a fare un picnic sul Trasimeno. In una natura felice e ridente, i due ragazzi s’incontrano e si conoscono. Nella loro semplicità il loro è un sentimento definitivo. Fra loro l’attitudine alla conoscenza è passionale e amicale.

“È strano che sei felice”, “Forse sono nato infelice”, i dialoghi fra i due s’intavolano lungo le normali attività umane.

È un film discreto, gentile, educato. Quando la sensualità si trasforma in gesto erotico, è indiscutibile che tutto sia normale, e le difficoltà naturali fra i due si riempiono di spontaneità adolescenziale.

All’inizio prevale un’inquadratura alle spalle, come per estraniare i due protagonisti. I gesti sono isterici, inquieti, secchi, Giacomo ripete sempre “merda”. Ma il coito finale riporta tutto nella normalità degli adolescenti.

IMDb ♦ Mymovies ♦ Opensubtitles

 

 




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.