Lo chiamavano Jeeg Robot (2015)

03/03/2016 by Renato Volpone
2015, Fantascienza, Film Europei, Gli esordi alla regia, In uscita in Italia, Italia, Recensioni divider image
Lo chiamavano Jeeg Robot (2015)

Una sfida alla Marvel quella di Gabriele Mainetti che casualmente esce con questo film quasi in contemporanea con Deadpool e ottiene lo stesso effetto. Ma Mainetti non si accontenta di un racconto fantastico e ironico, lo cala in una Roma violenta e sviluppa alcuni temi scottanti di attualità.

Claudio Santamaria è Enzo Ceccotti, eroe e antieroe, uomo sfigato, buono e sfortunato, che scopre casualmente di avere acquisito dei superpoteri immergendosi nel Tevere e finendo in bidoni di rifiuti tossici che lo rendono invincibile e fortissimo. Il Ceccotti però non è uomo da palcoscenico, nella sua semplicità usa i poteri per compiere dei furti anche abbastanza ingenui. Sullo sfondo una Roma violenta dove la camorra governa la piazza della droga e sfida il potere politico con delle bombe. Il disegno fantapolitico che fa da cornice al racconto insegna che la violenza e la lotta per il potere con i rischi di una guerra del terrore sono molto più vicini di quanto si creda e “la trattativa” ben descritta dalla Guzzanti potrebbe improvvisamente infrangersi. In questo scenario si muove “lo zingaro”, ragazzo senza scrupoli che vuole raggiungere con facilità successo e potere, e che non esita ad eliminare ogni ostacolo davanti a sé, anche se si tratta di un supereroe. Ad alleggerire la tensione e la violenza Ilenia Pastorelli che con la sua dolcezza e la sua bravura costruisce il personaggio di Alessia, una creatura degli angeli, fagocitata dai mostri che si nascondono nella “famiglia” e nelle “buone istituzioni” e che per sopravvivere si cala nel mondo fantastico di Jeeg Robot.

Una trama da film d’azione che non risparmia nulla allo spettatore, trattenendolo forse un po’ troppo a lungo in un mondo fatto di violenza e di sopraffazione. Lo scenario è quello di oggi e il regista sembra voler lasciare un messaggio chiaro, quasi profetico, sul destino di una città che resta a guardare capace solo di filmare con i cellulari, e non ci sarà un supereroe a proteggerla.

IMDb ♦ Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.