Looper (2012)

29/01/2013 by Diletta Labella
Avventura, Cina, Crimine, Film Americani, Film Asiatici, In uscita in Italia, Sci-Fi, Stati Uniti, Thriller divider image
Looper (2012)

Uccidere chi ti è stato mandato dal futuro. Questa è l’unica regola che deve seguire un looper, senza troppi ma e troppi se.

Film d’apertura al Festival di Toronto, Looper esce nelle sale cinematografiche il 31 Gennaio 2013 ed è la terza opera di Rian Johnson, regista che aveva esordito nel 2005 con Brick – Dose Mortale, pellicola indie con protagonista Joseph Gordon-Levitt che torna a lavorare con Johnson in questo nuovo film.

Siamo nel 2074 e il viaggio nel tempo è tanto possibile quanto illegale, solo i signori della mala ne usufruiscono per mandare indietro di 30 anni persone scomode per cancellarne ogni tipo di traccia. Perciò incappucciati e ammanettati, questi individui vengono spediti nel “passato” 2044, dove un looper, un sicario armato di fucile, li attende per farli fuori, ricevendo dei lingotti d’argento in cambio dello sporco lavoro.
Il Looper si chiama così perché un giorno, prima o poi, deve chiudere il cerchio (appunto il loop) uccidendo la propria versione del futuro inviatogli dal 2074. Come ricompensa riceverà dei lingotti d’oro e passerà gli ultimi 30 anni della propria vita nel lusso.Joe, interpretato da Joseph Gordon-Levitt è uno di questi killer. Un giorno gli viene mandato il se stesso proveniente dal futuro, invecchiato di 30 anni ma con molta più umanità, ma riesce a farselo sfuggire.
L’uomo (Bruce Willis) è volutamente tornato indietro nel tempo per uccidere lo Sciamano, un bambino che diverrà nel futuro il boss della malavita mondiale e sarà il colpevole dell’uccisione della sua adorata moglie e chiede alla sua versione più giovane di aiutarlo in questa missione. Cosa fare? Chiudere il cerchio per poi fare la bella vita o aiutare il se stesso del futuro con la consapevolezza di avere la criminalità organizzata che gli dà la caccia per ucciderlo?

Un avvincente thriller futuristico in cui la fantascienza si coniuga con l’action, senza l’ausilio di grandi effetti speciali. Infatti la sceneggiatura non prevede ambientazioni futuristiche e la macchina del tempo è più simile a un rottame che a un invenzione di alto livello. Un effetto speciale invece  degno di nota sono state le 3 ore di trucco a cui Levitt si è sottoposto ogni giorno per assomigliare il più possibile alla versione più giovane di Bruce Willis.

Si sa, i due attori sono fisicamente tanto diversi, ma modificando naso, mascella, labbra, sopracciglia e perfino il colore degli occhi con le lenti a contatto, i due protagonisti sembrano la stesssa persona ma con età differenti.Il binomio Levitt-Willis inoltre ci regala una fenomenale interpretazione. Bellissima è la scena in cui tra i due protagonisti si accende un’aspra discussione mentre sono seduti uno di fronte all’altro in un ristorante cinese.Tra inseguimenti, colpi di scena e sparatorie c’è anche spazio per i sentimenti e la riflessione.
Già perché questo film tratta anche di amore, di maturazione e delle responsabilità e conseguenze che si innescano facendo una determinata scelta.Looper è un esempio che dimostra come un lungometraggio di fantascienza riesce ad emozionare il pubblico non con elementi di altissimo hi-tech ma con la cosa più semplice di questo mondo, l’amore.Voto:3.5 stelle

IMDbMymovies Opensubtitles

 




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.