Marco Ponti

29/12/2011 by Daniele Giordano
News divider image
Marco Ponti

Un ciclo di conferenze e dibattiti con i registi torinesi sono quelli presentati al Cinema Teatro S. Lorenzo di Giaveno, una manciata di persone presenti e con loro abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con il regista Aviglianese Marco Ponti dialogando su come ha mosso i primi passi della sua carriera, dei suoi primi cortometraggi, sino a quello in prossima uscita: Ti amo troppo per dirtelo, una commedia ambientata in una Torino postindustriale e multietnica. Il successo avvenuto per caso, favorito da una serie di circostanze propizie, proprio come potrebbe capitare a chiunque, ma il punto è che lui si trovava nel posto giusto al momento giusto. Tutto incominciò con la premiazione dovuta a una sua sceneggiatura presentata in un concorso, gli diede l’opportunità di assistere alla proiezione dei film vincitori, continua dicendo: – ricordo, eravamo in sala quattro gatti tra cui l’attore Stefano Accorsi – parlando con lui esce fuori il discorso su una sceneggiatura. Ecco spuntare il film Santa Maradona, i due ruoli maschile-femminile sarebbero stati di Accorsi/Mezzogiorno, per ragioni diverse rimase solo Stefano Accorsi. Con quel film mi premiarono col David di Donatello. Il ciclo proseguirà con le panoramiche sui film e autori torinesi, e noi ci saremo.

Daniele Giordano




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.