Mauro c’ha da fare (2013)

06/07/2015 by Renato Volpone
2013, Commedia, Film Europei, Italia, Recensioni divider image
Mauro c'ha da fare (2013)

Siamo in una Sicilia attuale, ma fuori dal tempo, quella con le pareti tappezzate anni settanta, optical, ma potrebbe essere quella di sempre.

Un mondo fatto di “bamboccioni”, studiosi, ma inchiodati a casa perché l’ufficio di collocamento, senza una raccomandazione, è refrattario. Un po’ sono loro che non vogliono quel lavoro perché hanno studiato tanto, un po’ è il mondo del lavoro che li sfrutta quando accettano il compromesso. Mauro ha due lauree, una madre insegnante e un padre militare in pensione, una famiglia piccola borghese che può permettersi anche la colf. Per Mauro la colf è un’altra fannullona da vessare in una casa piena di polvere, ma il suo senso di giustizia travalica il limite del giusto e la povera donna finisce in un mobbing quotidiano. Mauro non ha un buon rapporto con le ragazze, rimasto legato a Laura, un unico grande amore, diventa uno stalker quasi professionista, ma con sentimento e con tanto di serenata. I bamboccioni ci sono tutti, ma proprio tutti, giovani belli e sportivi che fanno carriera pur non sapendo nulla, altri giovani che passano le giornate a prendere lezioni di riparazione, ragazze belle e impossibili in cerca di un marito ricco, uomini verso la quarantina che tentano di restare giovani, ma finiscono inevitabilmente nel ridicolo e con tutti loro un “cane strano”.

Le tematiche sociali ci sono tutte, la casa, il mutuo, il lavoro, lo studio, la famiglia. Uno sguardo panoramico sulla società di oggi con un occhio divertito e uno triste. A risolvere la situazione arriva la zia dal Canada, dove tutto è migliore, ma purtroppo nella realtà i sogni non si realizzano e Alessandro di Robilant poteva trovare un lieto fine meno lieto e scontato, ma la prova è superata e il film si lascia vedere.

Voto:3 stelle

IMDb Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.