Medianeras – Sidewalls (2011)

23/02/2012 by Luca
2011, Argentina, Drammatico, Film Americani, Film Europei, Germania, Gli esordi alla regia, In uscita in Italia, Recensioni, Spagna divider image
Medianeras (2011)

A volte nascono piccoli gioielli dal niente: basta un regista capace anche se sconosciuto, una storia semplice e diretta e due attori ‘reali’. Medianeras (Sidewalls), dell’esordiente Gustavo Taretto, è così. Dritto al cuore.

Martin (Javier Drolas) è un web designer, lavora da solo, col tempo si è autoisolato e passa le giornate a casa; come afferma lui stesso: ‘Internet mi porta più vicino al mondo, ma più lontano dalla vita’. Per lui la rete è tutto: notizie, musica, film, giochi, spese, sesso, ‘vita sociale’. Estremizzato ok, ma chi non si riconosce almeno un po’? Mariana (Pilar López de Ayala) è un architetto disoccupato che si mantiene da vivere, e la mente occupata, allestendo le vetrine dei negozi, ‘prendendosi’ cura dei manichini. Anche lei ha problemi a socializzare, prova ne è che si porta a casa un manichino per ‘compagnia’.

I due vivono a Buenos Aires, una città caotica, la cui architettura si sviluppa incontrollata, mischia gli stili e in cui c’è tutto e niente. Entrambi hanno un amore che gli spezzato il cuore, e han quasi perso la speranza di trovare l’anima gemella, qualcuno per cui basta uno sguardo per capire che è la persona giusta. Sono vicini di casa, si sono incrociati più di una volta, e si capisce dove il film voglia andare a parare, ma per un motivo o per l’altro si sono sempre ignorati e non è detto che non continueranno a farlo.

Il punto centrale del film è la progressiva incapacità delle persone di socializzare e di trovare l’amore: Facebook ci porta ad avere centinaia di ‘amici’, ma quanti sono quelli della vita reale (quelli veri, non i conoscenti, colleghi etc)? Puoi avere la tua anima gemella a 50 metri, e rischi di non conoscerla mai. Mariana è incapace a trovare Wally nei celebri libri, e la sua paura è che se non si riesce a trovare una persona quando si sa esattamente che aspetto ha, come si può trovare qualcuno se non si sa chi cercare?

Usando una regia che ricorda un po’ 500 Giorni insieme (anche il tema vagamente si avvicina), Taretto ci regala un film leggero e intenso, delicato e forte, con una mano sicura ed una splendida fotografia che immortala il paesaggio urbano di Buenos Aires (non altrettanto splendido).

Presentato a Berlino 2012 nella sezione Panorama, è un film altamente consigliato. Come detto, un piccolo gioiello, anche se, va anche detto, a volte quello che uno vede come un gioiello per altri è solo una collana di conchiglie; ma non in questo caso ;). Se vi bastano i sottotitoli non in italiano bene, altrimenti segnatevelo da qualche parte per quando (si spera) uscirà in Italia.

EDIT: il film esce nelle sale italiane il 24 agosto 2012.

Voto: 

IMDb Mymovies ♦ Opensubtitles


2 Responses to Medianeras – Sidewalls (2011)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.