Norwegian Wood (2010)

31/01/2012 by Maurizio
2010, Drammatico, Film Asiatici, Giappone, Recensioni, Romantico divider image
Norwegian Wood (2010)

Giunto al suo quinto lungometraggio, Anh Hung Tran propone al grande pubblico il successo letterario nipponico di Haruki Murakami, Norwegian Wood, riuscendo solo in parte a trasportare la storia dal libro al grande schermo cinematografico. Eppure i presupposti per un ottimo film c’erano tutti, a cominciare dal personaggio principale interpretato da Ken’ichi Matsuyama. Quest’ultimo è Toru Watanabe, un diciannovenne molto legato ad una giovane coppia, Naoko e Kizuki; quando Kizuki si suicidia, la sua morte porta sgomento e disperazione, con la conseguenza di un nuovo amore tra Watanabe e Naoko. La donna soffre di un dolore interiore che lentamente la porta ad una incapacità a relazionarsi con le persone, sopratutto durante i rapporti sessuali con il suo ragazzo , il quale sente la sua sofferenza in maniera sempre più angosciante. Watanabe è confuso, in qualche maniera si sente spiazzato dai fatti accaduti troppo velocemente attorno a lui, limitando la sua concentrazione per quell’amore che lentamente sta perdendo. Arriva l’incontro con la dolce e carismatica Midori, una donna dal carattere completamente opposto rispetto a Naoko, la quale nel frattempo si trova in cura in una clinica psichiatrica in aperta campagna. Watanabe in un primo momento trova quella serenità di cui ha bisogno, ma i ricordi della sua amata si fanno sempre più pressanti, facendolo cadere in un vortice di sentimenti confusionari.

Come citato prima, il film del regista vietnamita non raggiunge il senso tanto atteso dai lettori del romanzo, i quali sono rimasti un pò delusi dalle aspettative, nonostante le bellissime inquadrature che più volte si notano in tutto il film. Stupenda è la fotografia di Ping Bin Lee, l’elemento essenziale per esprimere al meglio l’adattamento del libro in ambito cinematografico. Se Anh Hung Tran avesse curato meglio il rapporto tra il protagonista Watanabe e le altre donne, sicuramente sarebbe stato uno delle migliori storie d’amore dell’anno; invece trascurando questo dettaglio non si è potuto capire totalmente lo stato d’animo di Naoko, impazzita troppo velocemente secondo il mio punto di vista, tralasciando anche la parte molto importante di Reiko Ishida, la donna/badante di Naoko durante il periodo di cura. Ad ogni modo Norwegian Wood rimane un buon film di cui sentiremo parlare in futuro, sperando nella sua uscita nelle nostre sale; fortunatamente sono disponibili i sottotitoli in italiano.

Il film è stato presentato in concorso alla 67ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Voto:

IMDbMymoviesOpensubtitles ♦ Cinema su Facebook


2 Responses to Norwegian Wood (2010)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.