Daniel Barnz – Phoebe in Wonderland (2008)

12/05/2011 by Luca
2000 - 2009, Drammatico, Fantasy, Film Americani, Gli esordi alla regia, Stati Uniti divider image
Phoebe in wonderland (2008)

In concomitanza con l’uscita del suo secondo lavoro, Beastly, oggi tocca all’esordio di Daniel Barnz, Phoebe in Wonderland, un dramma famigliare che si concentra sulla sottile linea tra l’essere dotati e l’essere pazzi.

La protagonista è Phoebe (Elle Fanning) è una bambina di nove anni che prende parte all’audizione per entrare nel cast della recita scolastica di ‘Alice nel paese delle meraviglie’. Per essere presa, qualche scaramanzia infantile e un principio di disturbo ossessivo-compulsivo la spingono ad effettuare dei rituali autopunitivi quali ad esempio il lavarsi le mani ripetutamente fino a spellarsele. Viene presa per la recita, le viene affidato il ruolo di Alice e diventa la cocca dell’insegnante di teatro, Miss Dodger (Patricia Clarkson), una forte sostenitrice dei bambini artisticamente dotati. Lo stress e il desiderio di essere perfetta non fanno che amplificare i suoi disturbi.

La madre di Phoebe, Hillary (Felicity Huffman), sta trasformando in un libro la sua tesi di dottorato su ‘Alice nel paese delle meraviglie’ e inizialmente pensa che i comportamenti di Phoebe derivino dal fatto che la trascura per stare dietro al libro. Ma, man mano che Phoebe perde contatto con la realtà, s’immedesima nella parte e comincia a vedere le persone reali quali i personaggi del racconto, la situazione si fa più seria del previsto e si deduce che c’è qualcosa di più profondo di una semplice mancanza d’attenzione.

Phoebe è affetta dalla sindrome di Tourette, anche se questa diagnosi non spiega tutti i sintomi che ha, mischiati tra disturbi neurologici e doti artistiche.

È un film decisamente femminile, in cui i tre personaggi principali la fan da padroni, relegando gli uomini a personaggi minori, quasi stupidi. So tutti però spicca Phoebe: la famiglia Fanning deve aver ricevuto un dono, perché sia Elle che Dakota sono due ottime attrici, soprattutto tenendo conto della loro età, e ne è esempio la prova di Elle in questo film, prima parte da protagonista per la bambina.

Il film si perde un po’ nel finale e sembra che venga ‘fatto finire’, ma è comunque consigliato per l’interpretazione della Fanning. Non ha avuto molto mercato internazionale, è stato presentato in alcuni festival tra cui il Sundance e il Giffoni, ma non c’è molta speranza di vederne un’uscita italiana.

Voto: 

IMDbMymovies ♦ Acquista ♦ ItalianshareOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.