Roy Geraci, l’amore per il cinema non crolla mai

20/11/2011 by Maurizio
Cinema indipendente, News divider image
Roy Geracy

Scritto da  Michela Zanarella
Con il film “L’amore non crolla mai” Roy Geraci sceglie di mettere in mostra la devastazione dell’ Abruzzo. Il terremoto viene raccontato in una storia, viene vissuto attraverso gli occhi di un gruppo di giovani universitari tra paure, speranze e sentimenti.

Roy Geraci è Direttore di produzione, regista, sceneggiatore, autore. E’ l’ideatore della “Panormus Pictures”, realtà di servizi cinematografici e televisivi. Screen Soda lo ha incontrato per voi.

D- Lavori principalmente come regista, sceneggiatore e autore per il grande schermo. Ci racconti i tuoi esordi cinematografici?

Veramente il mio esordio è stato con il film “Gangs of New York” nel quale ho lavorato più di un mese come stuntman junior , girai le scene dei combattimenti ed in seguito seguirono ruoli come attore, piccoli ruoli come “Senso 45″ , pubblicità telecom etc., ma il mio desiderio era la produzione. Infatti ho fatto tutta la gavetta da runner fino a direttore di produzione , lavorando da “RIS” come serie tv fino a dirigere film come “Chiamami Salomè” e “Le bande operazione primavera” che fu ospite a Venezia nel 2005. In seguito ancora una voglia di cambiamento, cioè la scrittura di sceneggiature come la mia prima a cui tengo molto “L’uomo che toccò le stigmate” , “Il male che non vede” , “L’ amore non crolla mai”. In regia il mio esordio sarà proprio con il film “L’amore non crolla mai”.

D- Il tuo film “L’amore non crolla mai” è il primo film non-documentario sulla tragedia causata dal terremoto in Abruzzo. Qual è lo scopo di questa pellicola e da chi è composto il cast?

Esatto , lo scopo di questo progetto è quello di mettere l’amore sempre al primo posto e questo si può fare in decine di modi diversi. Nel film viviamo le storie di un gruppo di giovani con le loro dinamiche, comuni un pò a tutti i gruppi, che si trovano poi ad affrontare il grande sisma. Questo provocherà in loro una nuova consapevolezza che li porterà ad evolvere. Ma l’amore continua anche nell’opera dei tanti corpi ed associazioni di protezione civile come Croce rossa, CC, GDF , VVFF e ultima ma non ultima,  anche la gente del luogo che ha ben saputo mobilitarsi per i primi soccorsi. Poi vorrei portarvi all’attenzione che questo film sarà il PRIMO ECOFILM AL MONDO,  nasce infatti da una mia idea, registrata due anni fa adottando tecniche eco sostenibili ad ogni reparto di produzione del film, diventando una pellicola ECO sostenibile.  L’applicazione di nuove tecnologie improntate al risparmio energetico contribuirà ad un’ evoluzione del mondo cinematografico.

D- La Panormus Pictures è una realtà di servizi cinematografici e televisivi da te ideata. Come è nato questo progetto? Puoi spiegarci nel dettaglio quali sono i servizi che garantite a chi si rivolge a voi?

La Panormus nasce anche con il contributo della Regione Lazio. Noi ci occupiamo di produzioni esecutive, di servizi  e di consulenza cinematografica.  Abbiamo e stiamo realizzando diversi format culturali e di intrattenimento, per saperne di più visitate il sito www.panormuspictures.eu. Il progetto si rivolge a tutti i filmaker e alle aziende del settore.

D- Che cosa rappresenta il cinema nella tua vita?

Il cinema per me è semplicemente un modo di vivere e raccontare la vita, non saprei fare altro, so che questo è un momentaccio , ma credo che le cose cambieranno e che le major daranno più spazio ai nuovi autori ed affiancheranno i nuovi producer.

D- Oltre che della recitazione degli attori un regista si occupa delle diverse fasi di lavorazione di un film e vede con la propria mente e sensibilità prima degli altri quale sarà il prodotto finito. Come si diventa un regista di successo?

Beh si, il regista è questo ed anche altro . Sul come si diventa un regista di successo potrò risponderti tra qualche tempo, ovvero appena lo diventerò !!!

D- Un film italiano del passato di cui avresti voluto gestire la regia?

Credo nessuno!!!! Ad ognuno il suo!!!

D- Progetti, impegni per il futuro. Qualche anticipazione per i lettori di Screen Soda.

I progetti sono tanti ed auspico anche in nuove collaborazioni sia in veste di regista che producer. Un caro saluto agli amici di Screen Soda e grazie a te Michela!




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.