Torino 30 – Shell (2012)

03/12/2012 by Maurizio
2012, Drammatico, Film Europei, Gli esordi alla regia, Gran Bretagna, Recensioni, Speciale festival di..., Torino Film Festival divider image
Shell (2012)

Vincitore della 30esima edizione del Torino Film Festival, Shell di Scott Graham ha messo d’accordo spettatori e critica per la sua semplicità nel rendere un film unico ed emozionante. Il regista ha creduto in questo progetto basato di lunghi silenzi ed immerso nei fantastici paesaggi degli Highlands scozzesi sin da quando ha girato il suo cortometraggio nel 2008, intitolato appunto Shell, vincitore del premio dello UK Film Council per il miglior film e che grosso modo riprende la storia del lungometraggio presentato al TFF.

Shell (Chloe Pirrie) e il padre Pete (Joseph Mawle) gestiscono un distributore di carburante nella sperduta periferia scozzese, dove il rumore del vento fa da sfondo nella noiosa vita monotona di entrambi. Le giornate passano come sempre, ovvero lui e lei in stretto contatto dove il loro legame rappresenta l’unico rapporto umano in quella isolata stazione di servizio, interrotto solamente da qualche turista in cerca di rifornimento. Shell è molto legata al padre, specialmente da quando sua madre li ha abbandonati, interferendo indirettamente sull’aspetto psicologico della ragazza cresciuta “troppo” affezionata a lui. Per conto Pete ha un senso di riconoscimento nei confronti della figlia, perché Shell ha dimostrato una grande  responsabilità, dedicandosi notte e giorno ai problemi del padre; ma Pate nonostante tutto ha un senso di colpa per il troppo amore ricevuto dalla figlia e per rimediare deve compiere una grossa scelta.

Graham attraverso i piccoli gesti dei protagonisti racconta tutto in maniera esaustiva,  calandosi nelle loro emozioni che non hanno parole, ma solamente sguardi, lunghi sguardi in quelle giornate che sembrano non passare mai. Quando si guarda Shell ci si domanda il perchè bisogna vivere senza mai un sorriso, senza osare nel poter dire un giorno “molliamo tutto e andiamo via”. Ma sappiamo che spesso è talmente dura dover compiere delle scelte che purtroppo ci si abitua a vivere in tutte le condizioni.

Vincitore meritato, Shell ha superato la dura concorrenza di altri film decisamente più commerciali e con attori di spicco; un buon segno che ribadisce il concetto del cinema di qualità anche se meno noto, quello che ogni giorno fa parte di Ultimociak per intenderci.

Attualmente nessuna data di uscita in Italia. Forse potrebbe esserci una svolta vista la sua vittoria a Torino. Buona visione!

Voto:

IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.