Still Life (2013)

16/12/2013 by Renato Volpone
2013, Commedia, Drammatico, Film Europei, Gran Bretagna, In uscita in Italia, Italia, Recensioni divider image
Still Life (2013)

Davvero pretenzioso Uberto Pasolini, alla sua seconda esperienza da regista, con questo “Stll Life”. Un esercizio di stile con buone inquadrature cinematografiche, ma privo di credibilità e di sostanza. Joan May è un funzionario municipale che si occupa di trovare i parenti di persone che hanno vissuto e sono morte in totale solitudine. L’ambiente è quello londinese attuale, ma sembra di vivere negli anni cinquanta in una città senza traffico e dove i soli abitanti o sono disadattati o sono dirigenti rampanti, dove “l’alcool ti fa dormire senza incubi”. Una città senza traffico dove qualcuno riesce a morire sotto un autobus. Una città fantasma, fatta di persone sole e isolate, senza amici, senza parenti, che all’estremo si scrivono da sole le lettere facendole firmare dal gatto. Il cimitero ne è pieno, decine sono le urne cinerarie. John May è solo come loro e forse per questo si ostina a fornir loro una sepoltura e un funerale decorosi. È ostinato e lento nelle sue ricerche, ostinato oltre misura e lento come il film che, nonostante la fluidità del racconto, si anima troppo tardi per risultare gradevole: il protagonista lascia la giacca per il maglione e gli si arricciano leggermente i capelli. Si anima nelle ultime scene e si disanima con il colpo di scena finale, che, peraltro, non poteva essere diverso. Un film che vuole avere una morale ma, avendo oltrepassato il segno della credibilità, la perde, come il pesce fritto che il protagonista abbandona per mangiare quello in scatola e la cui lisca la ritroviamo più tardi a decoro di una delle innumerevoli inquadrature ricercate. Un vero peccato averlo visto, a dispetto di un trailer invitante.

Voto: stella

IMDb Mymovies ♦ Opensubtitles


2 Responses to Still Life (2013)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.