Terri (2011)

25/10/2012 by Maurizio
2011, Commedia, Drammatico, Film Americani, Recensioni, Stati Uniti divider image
220px-Terri_film_poster

Presentato al Sundance Film Festival 2011, Terri è una commedia malinconica che tocca temi importanti come l’obesità e  la mancanza dei genitori negli anni della adolescenza, affrontandoli con la giusta delicatezza e con un pizzico di ironia. Essendo una produzione indipendente made in Usa, il lavoro Azazel Jacobs sin dall’inizio colpisce per la presenza di un “ragazzone” che pesa più di cento chili, il quale va ogni mattina a scuola vestito ancora in pigiama, lui dice “per essere più comodo”.

Terri ogni giorno deve affrontare il mondo con quella discriminazione dei ragazzi della sua età che è solita nel mondo giovanile, quando a farne le spese è sempre il più brutto o il più grasso. Aggiungiamoci ancora che il povero Terri non ha genitori, vive con il suo zio malato di alzheimer che ogni mattina deve accudire, sopportando purtroppo le continue richieste che farebbero perdere la pazienza a chiunque, specialmente ad un adolescente. Un giorno arriva l’incontro con il vicepreside della scuola, Mr. Fitzgerald (uno straordinario John C. Reilly), che grazie al suo modo di concepire la vita, gli farà cambiare atteggiamento nei confronti del mondo intero, inserendolo in un programma d’incontri una volta a settimana, composto dai “mostri sociali”, ovvero gli emarginati dai compagni che  troppo “diversi” da loro. Ma il momento speciale per Terri arriva con la conoscenza di  Heather Miles, una sua compagna di scuola molto sensuale, più “sveglia” delle altre che fa impazzire tutti i giovani dell’istituto per il suo modo di fare; Terri non sente solamente  attrazione fisica in lei , ma qualcosa di più…

Basandosi solamente su ciò che accade in una scuola di adolescenti, Azazel Jacobs  non vuole lasciare messaggi precisi in una storia che non ha risvolti originali, ma grazie alla sua semplicità commuove e diverte nello stesso tempo. Il personaggio di Terri rischiava di  essere inizialmente accolto in maniera più distaccata dal pubblico, viste le sue scelte controcorrenti come andare a scuola in pigiama o non trovare di meglio che catturare topi lungo il bosco vicino casa sua. Terri non ha nessuno, non ha l’affetto dei genitori e la sola presenza di suo zio non basta a migliorarne l’aspetto sociale, quindi il suo personaggio intenerisce tutti, specialmente quando incontra lo stravagante vice preside in grado di ascoltarlo, comprenderlo e talvolta difenderlo nelle sue scelte conflittuali.

Terri poteva essere la solita commedia per ragazzi, invece è qualcosa di più che va oltre  la tematica adolescenziale, merito dell’esordiente Jacob Wysocki che è tanto grosso quanto è bravo per l’interpretazione del suo personaggio emarginato; ma indubbiamente la scelta vincente ricade su John C. Reilly, un attore in grado di fare piccole parti che incidono profondamente sul soggetto della storia. Non è un caso che nel 2003 viene candidato al Premio Oscar nella categoria miglior attore non protagonista per la sua interpretazione del marito tradito Amos Hart nel musical Chicago di Rob Marshall.

Presentato in Italia in occasione del Torino Film Festival 2011, Terri non è ancora uscito nelle nostre sale, nonostante le buone critiche ricevute da mezzo mondo. Sono disponibili i sottotitoli in italiano. Buona visione!

Voto:

IMDbMymoviesOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.