La casa muda – The Silent House (2010)

20/06/2012 by Maurizio
2010, Drammatico, Film Americani, Gli esordi alla regia, Horror, Recensioni, Thriller, Uruguai divider image
The Silent House (2010)

Gustavo Hernández è un regista che non solo è stato in grado di girare un film al suo esordio che è entrato nella lista dei 63 film possibili candidati all’Oscar 2012 come “Miglior film straniero” (precisamente per l’Uruguay), ma è stato anche colui che al Festival di Cannes 2010 ha ricevuto ottime critiche positive, con l’eccezione del portale cinematografico brasiliano Cinema em Cena, che giudica l’opera come una sorta di miscela tra The Blair Witch Project e Arca russa, disprezzandone la sceneggiuatura.

La casa mudaThe Silent House (è il titolo internazionale e di cui successivamente si è fatto un remake americano), si caratterizza nel suo stile girato a mano, in un unico piano sequenza, ricordando a tratti il capolavoro di Jaume Balagueró e Paco Plaza, Rec, girato nel 2007. È doveroso ricordare che il regista ha girato il film in soli quattro giorni, raccontando una storia vera accaduta nel 1944  che ha sconvolto l’ Uruguay.

Néstor vende la sua vecchia casa da ristrutturare a Wilson, il quale   insieme a sua figlia Laura si accinge a traslocare. Di notte, in quella sperduta campagna uruguaiana, si sentono dei rumori che provengono dal piano superiore, suscitando  una certa curiosità in Wilson che decide di indagare sulla loro origine. Il padre della giovane ragazza non sa che nei piani alti si nasconde una figura oscura che lo rapisce, massacrandolo. Per Laura ora c’è solo paura, terrore ed una piccola lampada che le permette di capire cosa sta succedendo, ma forse è meglio aspettare il mattino per attendere l’arrivo del proprietario della casa; la notte è lunga e nasconde terribili orrori.

Insomma i presupposti per la buona riuscita c’erano tutti per girare un prodotto innovativo e sopratutto a basso costo, aspetto non da poco se si considerano i grossi flop costati dieci volte tanto La casa muda. Invece Gustavo Hernández non delude, sfrutta tutte le poche risorse a sua disposizione per ottenere il massimo, come la difficile interpretazione della giovane protagonista, Florencia Colucci, ottima nelle sue paure ed angoscie che sono poi la base del film; non deve essere  stato facile per lei girare quasi tutte le scene in un’unica sequenza, un errore significava rigirare l’intera scena dall’inizio.

Purtroppo probabilmente in Italia non passerà, è probabile che possa uscire il suo remake, girato da Chris Kentis e Laura Lau con protagonista Elizabeth Olsen. Nel frattempo godetevi il trailer del film. Buona visione!

Voto:

IMDbMymoviesOpensubtitles


3 Responses to La casa muda – The Silent House (2010)



bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.