Milano 17 – There is No Sexual Rapport/Il n’y a pas de rapport sexuel (2011)

16/08/2013 by Maurizio
2011, Adulti, Documentario, Film Europei, Francia, Milano Film Festival, Recensioni, Speciale festival di... divider image
There is No Sexual Rapport/Il n'y a pas de rapport sexuel (2011)

In concorso al 17° Milano Film Festival nella sezione lungometraggi, There is No Sexual Rapport/Il n’y a pas de rapport sexuel sicuramente ha fatto parlare di sè, causando critiche per lo più prevedibili per il suo contenuto per adulti. Infatti il lavoro di Raphaël Siboni ha un protagonista assoluto, HPG, ovvero Hervé-Pierre Gustave, attore, produttore e regista di centinaia di film porno visibili su internet. Riprendendosi con una telecamera dietro le quinte, il re del porno transalpino ha dato vita ad un documentario interessante, dove si possono vedere le cose che assolutamente non devono comparire in un film per adulti finito, per non correre il rischio che il lavoro non sia venduto o scaricato da milioni di utenti. E così scorrono le immagini e conseguentemente anche le donne , spesso al loro esordio che ad un certo punto si ritrovano a “lavorare” con un vero attore professionista, capace di affrontare scene faticose o di relazionarsi con un uomo in una scena omosessuale. Ore ed ore di sequenze raccolte dal regista con il consenso di HPG, apparso nei backstage come un uomo molto carismatico e divertente, ma che dentro sè nascondo un velo di tristezza, come dimostrano le ultime immagini di There is No Sexual Rapport/Il n’y a pas de rapport sexuel .

Contrariamente al mio primo pensiero iniziale, ritengo il documentario un’opera molto caratteristica che pone diverse riflessioni sul mondo multimediale porno, spesso basato su produzioni low cost che catturano un vasto pubblico maschile, probabilmente per il fatto che spesso le protagoniste sono ragazze curiose di girare il loro primo film hard in cerca di fama e soldi.

Sicuramente There is No Sexual Rapport/Il n’y a pas de rapport sexuel non si vedrà mai in una sala cinematografica italiana, ma è scontato che nel mondo di internet migliaia di utenti abbiano già visionato il lavoro selettivo di Raphaël Siboni; non consideratelo un film porno perché non lo è, apprezzatelo per la sua onesta e reale spontaneità di un mondo cinematografico ancora troppo sconosciuto su quello che realmente accade all’interno di un set, con tutte le sue difficoltà nascoste da un rapporto sessuale che non esiste.

Voto:

IMDb ♦ Mymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.