Torino 30 – Tower Block (2012)

08/12/2012 by Maurizio
2012, Film Europei, Gran Bretagna, Jack O'Connell, Recensioni, Speciale festival di..., Thriller, Torino Film Festival divider image
Tower Block (2012)

Il Torino Film Festival ci permette di conoscere registi di gran talento, come spesso capita per chi ha la fortuna di vedere proiezioni durante le manifestazioni cinematografiche. Oggi vi proponiamo Tower Block, un avvincente thriller made in UK, in cui spiccano le ottime prove di recitazione dei protagonisti, tra tutti uno straordinario Jack O’Connell. Opera prima di James Nunn e Ronnie Thompson, si capisce ben presto che le basi ci sono tutte per raccontare agli spettatori una storia cruenta, drammatica.

Siamo nella periferia di Londra. Un ragazzo viene rincorso da due loschi individui fino all’interno di un palazzone fatiscente, abitato ancora da poche famiglie che non vogliono andarsene via, nonostante l’edificio sia prossimo alla demozione. I delinquenti raggiungono la povera vittima, lo picchiano a suon di calci e pugni, lo uccidono involontariamente. Nessuno ha visto, sentito e detto nulla alla polizia, eccetto una condomina che inizialmente è intervenuta in suo aiuto, anche se alla fine ha deciso di non raccontare nulla alle forze dell’ordine. Passano i giorni e all’improvviso un abitante di quel freddo grattacielo viene ucciso freddamente da un colpo di fucile arrivato dall’esterno. Così vale anche per la famiglia accanto ed ancora per quella vicina; senza un motivo logico un cecchino del palazzo di fronte spara, prendendoli di mira uno ad uno. I sopravvissuti escono dagli appartamenti disperati, senza capire come e dove scappare, in quanto i cellulari non prendono il segnale e le vie d’uscita sono state bloccate e presi di mira dal furioso cecchino.

Lo spettatore non ha il tempo di ragionare, come non lo hanno i protagonisti del film e quindi la tensione aumenta per entrambi. La vera forza di Tower Block sta nel ritmo frenetico di ogni scena, dove le musiche originali di Owen Morris hanno un ruolo determinante nell’azione. Forse è risultato leggermente esagerato il modo in cui il cecchino uccide le sue vittime, praticamente come un robot di precisione senza esitazione nel dover mirare le persone. A parte questo, il film di James Nunn e Ronnie Thompson strappa diversi applausi durante la proiezione. Una dose d’ironia non manca nei dialoghi tra i malcapitati, lo dimostrano le risate del pubblico in sala quando alcune battute risultano azzeccate nella sceneggiatura. Buona visione!

Voto:

 IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.