Turn me on, Dammit! (2011)

19/04/2012 by Maurizio
2011, Commedia, Film Europei, Norvegia, Recensioni divider image
Turn me on, Dammit! (2011)

Esordio alla regia per la brava Jannicke Systad Jacobsen, la quale con il suo film Turn me on, Dammit! ha scandalizzato i tranquilli cittadini norvegesi  abituati a commedie più leggere e sopratutto meno erotiche. Perchè di erotismo si tratta, anzi di autoerotismo, precisamente quello di Alma, la dolce ragazza dagli occhi da cerbiatta che si trova in un periodo della sua vita in cui i suoi ormoni sessuali sono a mille. Alma è una giovane quindicinne che vive in un piccolo paesino della Norvegia, a Skoddeheimen, dove la vita scorre monotona tra gli abitanti del posto, sopratutto per i più giovani, spesso desiderosi di trasferirsi in un’altra città. Alma soddisfa i suoi bisogni sessuali con le telefonate erotiche per donne, masturbandosi lontana da occhi indiscreti, desiderosa di incontrare il ragazzo della sua vita. Quest’ultimo potrebbe essere l’attraente Artur, un giovane che ha dimostrato il suo interesse nei confronti di lei ma che si trova al centro dell’attenzione anche  da parte delle amiche della vogliosa quindicenne, quindi desiderato da tutte. Durante una festa, Alma racconta alle sue compagne di avere fatto sesso con Artur, ma quest’ultimo nega il fatto, facendo in questo modo allontanare dal gruppo la povera ragazzina, isolata dalla amiche in preda all’invidia ed al tempo stesso al divertimento di una possibile bugia.

Il bello di Turn me on, Dammit! è la sua grande ironia nel raccontare una storia adolescenziale, strappando più risate durante le scene fantasiose da parte di Alma, sempre in preda ai suoi sogni erotici; divertentissima infatti è l’episodio in cui la giovane immagina il suo datore di lavoro che le fa una proposta di sesso, mettendosi a ballare in maniera comica e goffa.

Jannicke Systad Jacobsen, dopo aver girato cortometraggi e documentari interessanti, si è fatta conoscere nel nostro Paese al Festival di Roma, presentando il suo lavoro nella sezione Extra – L’Altro Cinema, ottenendo buone critiche ed applausi.
La regista ha  ricevuto il premio della miglior sceneggiatura al Tribeca Film Festival, avendo adattato la sua opera dal romanzo di  Olaug Nilssen. 

Uscito da poco in Usa in edizione limitata, è ancora sconosciuta una sua possibile data per l’Italia. Consigliato per gli amanti del cinema adolescienziale, nonostante sia una commedia ironicha ed amara al tempo stesso.

  • Tribeca film festival 2011: miglior sceneggiatura

Voto:

IMDbMymoviesOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.