Un ragionevole dubbio (2014)

03/04/2014 by Renato Volpone
2014, Canada, Crimine, Film Americani, Film Europei, Germania, In uscita in Italia, Recensioni, Thriller divider image
Un ragionevole dubbio (2014)

Peter Howitt propone al pubblico cinematografico quello  che si potrebbe definire un “legal-thriller”, ma a differenza dei classici di “Perry Mason” , qui accusato e accusatore sono la stessa persona.

Mitch è un procuratore distrettuale in carriera che, per aver guidato in stato di ebbrezza, rischia di perdere il posto e il futuro perché investe e uccide un passante. Al suo posto viene accusato un altro uomo che viene trovato con il cadavere del passante nel  furgone.  Mitch prende in mano il caso, ma si trova ben presto invischiato in una ragnatela di accuse, sospetti e colpi di scena che lo portano a divenire egli stesso l’accusato. La sceneggiatura è molto televisiva e abbastanza scontata. Il regista punta tutto sulla musica per creare il giusto livello di tensione e in effetti ci riesce, ma la trama è davvero troppo banale e le soluzioni troppo semplici.

Il risultato è un telefilm con un buon ritmo, ma molto lontano da quello che dovrebbe essere un discreto prodotto cinematografico. I registi troppo spesso confondono le due cose e si dimenticano che il pubblico pagante in sala pretende qualcosa di più. Già ci aveva provato Robert Zemeckis nel 2012 con Flight dove un pilota salvava passeggeri ed equipaggio in un atterraggio fortunoso, ma da eroe diveniva accusato, ma anche in quella occasione il risultato era stato simile. Sono prodotti ben confezionati dove l’uso delle musiche e degli elementi scenici sono utilizzati in maniera ottima, ma ciò che manca è il livello narrativo, un racconto credibile, anche se fantastico, che in più che lasci al pubblico un ricordo e qualcosa da raccontare.

Voto:2-stelle

IMDbMymoviesOpensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.