Young Adult (2011) – 09/03/2012

08/03/2012 by Isabella
2011, Commedia, Drammatico, Film Americani, In uscita in Italia, Recensioni, Stati Uniti divider image
Young Adult (2011)

Young adult (nelle sale da venerdì 9 marzo) è una dark comedy sottile, che scivola giù, fredda, lungo la gola. Il pretesto è leggero, accativante: Mavis Gary, fresca di divorzio, vive i suoi quaranta come se ne avesse appena venti. Quando vede su internet la foto del bimbo appena nato del suo ex-fidanzato del liceo, legge l’ evento come un chiaro segno del destino (???) del dover ricongiungersi a lui.

La sceneggiatrice Diablo Cody (Juno) riconferma il suo talento nello scrivere, sicuramente valorizzata dal binomio vincente che si ripete con il regista Jason Reitman. Tagliente, mai una parola di troppo, in una raffica di battute ghiacciate che ti fanno scoppiare in una sinistra risata che lascia l’ amaro in bocca. I dialoghi sono meravigliosi, grottesche conversazioni tra personaggi da teen drama, cresciuti e invecchiati. Mavis Gary (Charlize Theron) è la tipica biondina capo delle cheerleader, quella per cui gli anni del liceo sono stati un sogno. Adesso si ritrova a scrivere libri per ragazzine (come lei), nella sua t-shirt di Hello Kitty, ingurgitando Coca, rigorosamente Diet, a tutte le ore del giorno. A tal proposto bisogna soffermarsi sull’egregio lavoro fatto per la scenografia e i costumi. I dettagli, curatissimi, bisbigliano e urlano la non crescita della protagonista, che non scivola mai nel patetico. Le t-shirt, il fucsia come predominante della sgargiante tuta di Mavis, il cane di piccola taglia e con testa grossa, la t-bag.

La fotografia di Eric Steelberg è insolita, ma piacevole. I colori sembrano essere neon in alcuni scene, colori da favole edulcorate andate a male. Trovo che Steelberg (Non è peccato- La Quinceanera, Juno, 500 giorni insieme) si sia affrancato dopo il suo ultimo (e non eccezionale) lavoro Amore a mille miglia nel quale, a differenza degli altri titoli prima citati, non ha brillato per la sua fotografia originale e calibrata, quella composizione fuori dal comune che invece distingue Young Adult.

Jason Reitman ci consegna un altro buon film, così amaro da essere egregio. Sconsigliato se cercate il solito climax emotivo o la parabola delle redenzione. Young adult è un pugno nel basso ventre: non lo vedi arrivare, ma lo senti. Duro perché è reale e come la realtà è indifferente alla sorte della bella Mavis.

Voto:

IMDbMymovies ♦ Opensubtitles




bottom round image

footertop right
© 2014 by Ultimociak

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.